LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Diventa un caso la statua coperta al convegno della comunità islamica
Paolo Conti
Corriere della Sera 17/4/2018

Savona, insorge il centrodestra. Gli organizzatori: non è censura, siamo moderati

Le cose sono andate così. Sabato, nel teatro comunale di Cairo Montenotte, dove è allestita la mostra delle mie sculture, era prevista una cerimonia della comunità islamica dalle 9 alle 18. A un certo punto lImam si è messo a sedere in terra con altri, sui cuscini, per la cerimonia del tè. La statua dellEpaminonda ferito è al centro della sala, molto visibile, soprattutto per le foto. Qualcuno della comunità ha preso un drappo rosso e ha coperto la parte bassa della statua per simboleggiare, così mi hanno detto, le dune del deserto ma poi tutto è tornato come prima. Parola dello scultore cairese Mario Capelli detto lo Steccolini, autore delle sculture esposte nel foyer del teatro del comune dellentroterra savonese.

Quel drappo rosso ha ricordato a tanti le scatole con cui vennero coperti i nudi romani della Venere Esquilina e del Dioniso degli Horti Lamiani in Campidoglio a Roma per la visita del presidente iraniano Hassan Rouhani il 26 gennaio 2016. Le immagini fecero il giro del mondo. Stavolta la scultura è di ben minore pregio, è del 1880 ed è dellartista torinese Giuseppe Dini, poi acquistata dal comune di Cairo Montenotte e finita per decenni in una discarica dopo la caduta del fascismo, perché prima destinata a un sacrario del regime. È stato lo Steccolini a restaurarla e ad esporla nella sua mostra Sfumature di classico ed a scrivere sui social hanno coperto Epaminonda.

Una velatura che ha scatenato polemiche politiche roventi. Solo a me questa sembra una follia? twitta il leader della Lega Matteo Salvini. Per Ylenia Lucaselli, Fratelli dItalia, il sospetto è che sia emerso ancora una volta leffetto collaterale del multiculturalismo fallimentare. Ciò deve chiamare tutti noi ad una presa di coscienza sulla necessità di tutelare le nostre espressioni artistiche, la nostra storia e la memoria da qualsiasi tentativo oscurantista. Laura Comi, eurodeputata di Forza Italia: Dobbiamo andare orgogliosi del nostro patrimonio artistico: censurarlo è inaccettabile e mai giustificabile. Per il Codacons questa storia è un danno per lItalia.

Ma Chams Eddine Lahcen, presidente della comunità musulmana valbormidese e della federazione islamica della Liguria, ha precisato: Nessuna censura. Ho coperto io la statua ma soltanto per esigenze cerimoniali e per poche ore. Stonava con lambientazione marocchina. Il nostro Islam è moderato questa polemica ci ferisce. Abbiamo organizzato un dialogo interreligioso per avvicinare tutti. Non ci permettiamo di coprire statue per motivi culturali. Il sindaco di Cairo Montenotte, Paolo Lambertini, parla di malinteso, la comunità islamica ha affittato una sala per un evento volto a favorire lintegrazione. Infatti hanno fatto cantare ai bambini lInno di Mameli.

E adesso, senza il drappo rosso, Epaminonda potrà proseguire la sua marmorea agonia nudo come lo volle nel 1880 Giuseppe Dini.



news

15-02-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 febbraio 2019

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

Archivio news