LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, Stazione. Non stravolgere,ma migliorare. Come feci 10 anni fa
Giulio Gori
Corriere Fiorentino 17/4/2018

Una volta che il progetto è stato fatto in un certo modo, è difficile stravolgere le cose. Ma mitigare, alleggerire, si può. Sono modifiche che costano, però credo che una città come Firenze se lo meriti. Dieci anni fa, lallora soprintendente per i beni architettonici e ambientali di Firenze, Paola Grifoni, condusse una battaglia contro i pali di alimentazione della tramvia e riuscì, dopo un lungo lavoro di mediazione, a diminuire limpatto visivo che i totem dargento (così furono definiti allepoca) stavano creando tra le Cascine e Porta al Prato. Oggi Grifoni ripropone quel modello di riduzione del danno anche per piazza Stazione.

Era il marzo del 2008 (ovvero due anni prima dellinaugurazione della linea 1), quando la soprintendente inviò una durissima lettera a Palazzo Vecchio per spiegare che limpatto dei pali è intollerabile, vanno spostati. Fu una lunga serie di osservazioni che, in particolare, puntavano lindice contro i pali che si innalzavano proprio davanti alla Porta duecentesca e alla vicina Torre della Serpe. Vidi il progetto, poi vidi i pali e rimasi sconvolta. Ce nerano a profusione e nessuno aveva pensato alla forma, al colore, a nulla racconta Grifoni In quegli anni cera lo sbando totale. Perciò chiesi che il Comune facesse intervenire un esperto che coordinasse tutta loperazione di revisione. Giuseppe Matulli (allora vicesindaco e responsabile per la tramvia per Palazzo Vecchio, ndr ) se ne fece carico e chiamò un ingegnere esperto, uno dei massimi esperti in tramvie, lingegner Giovanni Mantovani, per studiare il modo di ridurre il più possibile limpatto dei pali tra Porta al Prato e le Cascine. Alla lettera, Matulli rispose subito e si impegnò a intervenire: Sono daccordo con Grifoni e con la sua richiesta disse allora il vice sindaco della giunta Domenici Le esigenze di tutela di una città particolare come Firenze vengono prima di quelle tecniche delle imprese e non sono state prese adeguatamente in considerazione al momento di decidere dove mettere i pali. Grifoni, Matulli e Mantovani rimasero attorno a un tavolo per mesi per trovare una soluzione: Sulla tramvia ci passammo i migliori anni della nostra vita scherza lex soprintendente Passammo persino il mese di agosto a fare prove per capire quale fosse la soluzione migliore. Fu un lavoro lungo, complesso, il progetto era quello che era, non è che si potessero cambiare le cose più di tanto, visto che oltretutto alluscita delle Cascine la linea compie una esse molto complicata. Ma scegliemmo di mettere i pali più distanziati, con una forma diversa, di un colore più adeguato al contesto, riposizionando anche i lampioni dellilluminazione e la fermata del tram. Riuscimmo a trovare una soluzione più leggera, migliorata.

Il risultato è che i pali furono tolti e sostituiti con altri più distanti luno dallaltro, di un grigio meno lucido e con una sezione più piccola e più rotonda. Riguardo a oggi, alla querelle su piazza Stazione, Grifoni dice che le è bastato vederli in fotografia. Non fanno un belleffetto dice con un eufemismo ma credo che anche in questo caso, con una buona mediazione, si possa arrivare a una soluzione forse non perfetta ma più accettabile. Certo, cè bisogno oggi della stessa intelligenza, della stessa sensibilità e della stessa professionalità che i diversi attori in campo dimostrarono dieci anni fa. Capisco che stravolgere il progetto sia quasi da escludere, ma mitigarlo è possibile, anche se può costare molto in termini economici. Per Grifoni, però, Firenze se lo merita.




news

09-11-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 09 NOVEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news