LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Nuove regole per ristrutturare in centro. Restano i vincoli, procedure più snelle
Marzio Fatucchi
Corriere Fiorentino 17/4/2018

Sì del Consiglio. Le opposizioni: un assist alle speculazioni. La replica: no, ora si rischia il penale

È uno scontro senza mediazione, un dialogo tra sordi, quello per ladozione della Variante al regolamento urbanistico ieri approdato in Consiglio. Da una parte lassessore Giovanni Bettarini e il Pd, che ha difeso a spada tratta la scelta fondamentale contenuta nel testo cioè prevedere lo strumento della ristrutturazione limitata per gli immobili vincolati o notificati dalla sovrintendenza mantenendo tutti i vincoli già presenti nel Piano urbanistico, con una attribuzione precisa dei ruoli tra Comune e Sovrintendenza. No, per il fronte contrario alla variante. Federazione della sinistra, Potere al Popolo, fino al M5S, tutti vedono questa scelta come una liberatoria che consentirà di sventrare e ricostruire i palazzi, aprendo alla speculazione edilizia e a residenze per turisti o ricchi.

La variante è il modo in cui Palazzo Vecchio cerca di dare il via libera alla norma, approvata lo scorso luglio, nata per affrontare il caso Palazzo Tornabuoni. Una sentenza della Corte di Cassazione, sul processo per presunti abusi edilizi in quellintervento, aveva sancito che il cambio di destinazione duso di un immobile è sempre da qualificare, a prescindere dallentità dei lavori, come ristrutturazione edilizia pesante: quindi ci vuole un permesso a costruire e chi sgarra commette un reato da codice penale. Solo che la ristrutturazione pesante non esisteva, nel Regolamento urbanistico fiorentino.

Per questo motivo nasce la norma approvata in Parlamento a luglio e poi la variante predisposta da Palazzo Vecchio. Secondo Bettarini con la nuova categoria della ristrutturazione limitata manteniamo intatte tutte le garanzie per il patrimonio di pregio della nostra città, trasferendo integralmente nella nuova categoria la tutela che era propria del restauro conservativo. Con una caratteristica in più perché sarà dotata anche della tutela di carattere penale e non solo amministrativo.

Firenze, si inventa, unica in Italia, una categoria che ribalta il paradigma: qui si potrà svuotare palazzi storici e ricostruirli da capo, una logica che si sposa con luso smodato della città a fini turistici attacca Pancho Pardi, redivivo ex parlamentare Idv, ritornato a protestare in consiglio comunale. E con lui Myriam Amato, il M5S (che chiede le dimissioni del sindaco Nardella), Potere al Popolo, Fds, Cristina Scaletti. Chi vorrà fare questa ristrutturazione limitata dovrà rispondere ai vincoli del Piano strutturale e del Ruc, presentando una Scia sostitutiva o un permesso a costruire, al Comune. Ma dovrà chiedere anche alla sovrintendenza se il progetto rispetta i vincoli: il 42% dei palazzi del centro storico hanno il vincolo comunale, il 25% sono anche notificati dalla sovrintendenza. Si può aprire il cantiere solo dopo il sì anche della sovrintendenza, che ha 120 giorni di tempo: se non dà il via libera, si potrà fare solo ricorso al Tar, non partire con i lavori.

Delle 4 mila Scia, richieste a costruire, che arrivano a Palazzo Vecchio ogni anno, circa 1.000-1-500 potrebbero rientrare nella ristrutturazione limitata. Gli uffici dellurbanistica, dove lavorano 110 persone, verranno riorganizzati per verificare tutti questi progetti, assicura il Comune. Per i controlli ex post, visto che si va sul penale, ci sono una decina di vigili, che ogni anno fanno già circa 700 controlli. Il tappo sarà in sovrintendenza, con poco personale, attaccano gli oppositori. Faranno esattamente quello che fanno adesso, si occuperanno dei 5 mila edifici notificati in centro, ribatte Bettarini. E in questo scontro, lOrdine degli architetti si dice favorevole alla variante: I vincoli restano gli stessi, ma finalmente cè chiarezza normativa.




news

15-07-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 luglio 2018

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

Archivio news