LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, Stazione. Sirio tra i pali contestati. Lofferta degli architetti
Corriere Fiorentino 19/4/2018

Automobilisti e scooteristi incuriositi al suo passaggio, alcuni si sono anche fermati: ieri un tram della linea 3 ha fatto il suo debutto alla Stazione, tra i pali contestati per lo sfregio allestetica urbana. Si è trattato di un viaggio test sullintero percorso, da Careggi a Santa Maria Novella.

Sul caso dei pali lettera dallOrdine degli architetti al nostro giornale: Firenze si è dimenticata del ruolo del design, noi siamo pronti a dare una mano.

Gentile direttore,

mentre Milano celebra se stessa come capitale del design in questi giorni del Salone del Mobile, Firenze pare essersi dimenticata di questa disciplina indispensabile al miglioramento della qualità della vita. Eppure una delle massime esperienze pionieristiche di questa materia è apparsa proprio qui, in quellavanguardistico contenitore della Stazione di Santa Maria Novella, dove Nello Baroni componeva orologi, fontane e segnaletica perfettamente integrati con larchitettura e lo spirito del suo tempo. Era chiaro il nesso fra decoro e vivibilità dello spazio pubblico, e uno dei mezzi per ottenerlo appartiene oggi, come allora, alla capacità di far coincidere queste due qualità in un progetto organico.

Purtroppo questo progetto di design è mancato nellallestimento delle strutture di servizio alla tramvia in piazza Stazione, il più pubblico degli spazi pubblici di Firenze. Sebbene si possa discutere sulle responsabilità degli enti autorizzativi, o dellaggiornamento del progetto a sistemi più evoluti di alimentazione dei convogli, ciò che pare evidente è la mancanza di un progetto organico dinsieme di tutti i componenti che affollano la piazza, che invece di essere sistematizzati sono stati oltremodo frammentati e sovrapposti. Oltre alle croci della tramvia, infatti, cè tutto un rumore di fondo composto da nuova segnaletica che si somma alla precedente, pali della luce che si aggiungono agli esistenti ma diversi per dimensione ed estetica, nuovi volumi tecnici che giocano a dama con edicole, banchi ambulanti e distributori automatici. Insomma, la percezione di ostilità di uno spazio pubblico non dipende solo dal colore dei suoi componenti ma semmai dalla loro incapacità di essere un valore aggiunto.

Riteniamo che sia ancora possibile rimediare al risultato odierno di piazza Stazione con un buon progetto di arredo urbano di qualità in una visione dinsieme che porti a ridurre i componenti darredo integrandoli, e che valorizzi il paesaggio urbano qualificandolo. Da parte nostra, offriamo tutta la disponibilità a partecipare a tavoli tecnici per affrontare la situazione, confrontarsi e dare il nostro contributo.

Ci auguriamo che venga colto questo nostro invito affinché possa essere anche loccasione per fare una profonda riflessione su altri ambiti della città non solo legati ai lavori della tramvia, verso una logica dintervento di arredo urbano di qualità lontano dalle opinabili nuove istallazioni.

Il Consiglio dell'Ordine degli architetti di Firenze



news

15-02-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 febbraio 2019

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

Archivio news