LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bologna, salvaguardare lidentità
Massimiliano Marzo
Corriere di Bologna 21/4/2018

Lannuncio della chiusura dello storico ristorante Diana di via Indipendenza ha destato meno male e finalmente una giusta reazione da parte del Comune: lassessore Aitini ha preso limpegno di tutelare, in base al decreto Unesco, zone della città ed edifici di particolare valore storico. È una presa di posizione doverosa che, nel passato, purtroppo è mancata in altre occasioni, generando una perdita di locali e attività storiche della città. Storiche, se non identitarie. Il ristorante Diana, al di là dei meriti culinari, rappresenta un locale che appunto mostra a chi non è di Bologna una parte dellidentità cittadina. Perdere un locale del genere, in favore della solita catena internazionale di griffe, comporta un ulteriore abbandono dellanima urbana. In città come Amsterdam, se si fosse paventata la chiusura del famoso ristorante Five Flies, aperto dal lontano 17 secolo, ci sarebbe una sommossa popolare. E, probabilmente, non ci sarebbe nemmeno bisogno di arrivarci, poiché le autorità locali interverrebbero subito alla sua tutela.

Lintervento dellamministrazione comunale giunge opportuna proprio in unottica di valorizzazione turistica di Bologna. La tutela delle botteghe storiche (e il Diana non fa assolutamente eccezione) non va visto come lesivo della concorrenza e del mercato, ma a salvaguardia di quel bene prezioso che si chiama identità culturale, ossia proprio loggetto sul quale rivolgono lattenzione i turisti. Leccessivo uniformarsi a canoni impersonali non porta alcun vantaggio: allItalia e a Bologna solo perdite. Preservare la personalità urbana e i luoghi storici, magari innovando su di essi ma senza cancellarli, favorisce e migliora la nostra attrattività: è uno degli investimenti più importanti da compiere sul territorio. Il mercato può e deve misurarsi su altri piani, ma non su quello che abbiamo di più prezioso: la nostra storia e la nostra cultura. Il Comune (e gli assessori competenti Aitini e Lepore) hanno dimostrato capacità di reazione che speriamo sfoci in un completo successo nel mantenimento del ristorante negli stessi spazi.

Per il supporto a questa e altre iniziative aventi la medesima finalità, il Comune potrebbe magari farsi promotore (con le opportune regole del caso) di iniziative di crowdfunding raccogliendo fondi dalla cittadinanza (anche piccole) e costituendo fondi ad hoc da investire sul territorio a supporto della nostra cultura.



news

15-02-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 febbraio 2019

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

Archivio news