LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Palazzo Nardini vendita o vincolo "Ma non sarà mai un resort di lusso"
di Francesco Erbani
14 aprile 2018 LA REPUBBLICA

La qualità architettonica impone la fruizione pubblica: perciò non potrà diventare un albergo Indagine Mibact sul nulla osta all'alienazione

La partita di Palazzo Nardini si gioca su diversi tavoli. Quello ora più caldo è al Collegio romano. È nelle stanze del segretariato generale dei Beni culturali che si cercherà di sciogliere il groviglio avvolto intorno all'edificio di fine Quattrocento per il quale è stata avviata la vendita. Sulla quale vendita, però, si è abbattuta la procedura di vincolo proposta dal soprintendente Francesco Prosperetti.

Il segretariato generale, guidato dall'architetta Carla Di Francesco, ha il compito di verificare se nelle iniziative del ministero vi siano contraddizioni. E, soprattutto, a chi addebitarle. L'intervento di Prosperetti è giunto dopo le proteste di associazioni ambientaliste e dopo gli articoli di Repubblica che segnalavano la vendita del palazzo. Ma anche dopo che nel 2016 un'altra dirigente del ministero, Daniela Porro, allora segretario regionale del Lazio, aveva firmato un nulla osta all'alienazione, così come richiesto dalla Regione Lazio, la quale aveva ceduto il palazzo all'Invimit, società del ministero per l'Economia, affinché fosse messo sul mercato.

Al ministero si vuol capire come si sia generato questo pasticcio. In che modo il nulla osta abbia aggirato le rigide prescrizioni fissate dal Codice dei beni culturali in casi come questi, in cui la vendita potrebbe essere esclusa a priori. Ma emerge anche un'altra preoccupazione. La vendita da parte dell'Invimit a un soggetto privato è stata avviata, dunque l'Invimit stesso, come ha già preannunciato con toni ultimativi, e anche l'ignoto acquirente possono chiedere risarcimenti. Risarcimenti per i quali il ministero, se condannato, potrebbe rivalersi. Ma qui siamo nella nebulosa delle ipotesi.

La vendita, comunque, ha fatto passi avanti. A Invimit sono giunte diverse proposte di acquisto, ognuna accompagnata da una cauzione del 10 per cento sul totale offerto. Una è stata selezionata. Non si conosce l'identità dell'acquirente (si è detto potrebbe essere Angiola Armellini), né l'entità dell'offerta. Non si conosce neanche la destinazione che palazzo Nardini potrebbe avere. Ma il timore è che finisca nel circuito dell'economia turistica di lusso, perdendo il valore di bene culturale.

Per la definizione del vincolo c'è tempo 120 giorni. Da un certo punto in poi potranno essere presentate osservazioni, alle quali la soprintendenza può opporre controdeduzioni. La sostanza del vincolo, che ridefinisce quelli esistenti, verte sulla qualità architettonica e anche sul fatto che avendo rivestito nei secoli la funzione di istituzione pubblica, dovrà mantenere la destinazione d'uso compatibile con il carattere storico e artistico, che non arrechi pregiudizio alla conservazione e che garantisca la fruizione pubblica del bene . In altri termini, palazzo Nardini non può diventare albergo perché, pur rimanendo integro, se finisse in mano a un privato che ne ricava profitti, verrebbe snaturato.

Dai pochi documenti che circolano, non si capisce se il nulla osta del 2016 fosse il frutto di un'istruttoria analoga a quella appena avviata. Ma il pasticcio riguarda anche altri aspetti. Nel 2014 fra Mibact e Regione Lazio venne redatto un Protocollo d'intesa che prevedeva il passaggio allo Stato di palazzo Nardini, destinato a ospitare la prestigiosa biblioteca dell'Istituto nazionale di archeologia e storia dell'arte. Ma quel protocollo non fu definito, è rimasto il modello, senza le firme. Nonostante un carteggio fra dirigenti del Mibact lo desse già per acquisito. Perché si bloccò tutto? Ecco un altro dei grovigli che avvolge le splendide architetture di palazzo Nardini



news

09-11-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 09 NOVEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news