LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Lintervista al prefetto. I grandi eventi a San Marco per sempre a numero chiuso
G.B.
Corriere del Veneto 28/4/2018

VENEZIA. Eventi a San Marco? Sempre a numero chiuso. Lunedì sarà il suo ultimo giorno di lavoro, gli scatoloni in ufficio sono già pronti ma il prefetto Carlo Boffi si congeda dal suo incarico, non dalla città. Resto a vivere da pensionato a Venezia, annuncia.

Arrivato nel gennaio dellanno scorso, i suoi sedici mesi in laguna sono stati densi di problemi da risolvere, tra le proteste dei profughi a Cona e le grandi manifestazioni cittadine da gestire, con la pressione del turismo e dellopinione pubblica mondiale. Venezia è una città piena di grandi eventi, dal Redentore al Carnevale e per primi in Italia abbiamo applicato le nuove norme (introdotte dopo il caos alla finale della Champions a giugno a Torino, ndr ) - spiega - I piani hanno dato buoni risultati, ora non si può più tornare indietro. Il numero chiuso testato a San Marco e a Cannaregio lo scorso Carnevale si ripeterà cioè anche nel 2019. A Venezia non ci sono però solo gli eventi, i turisti continuano ad aumentare (più 9,3 per cento da inizio anno), nelle prossime ore la città sarà invasa per il ponte del Primo maggio e il Comune ha fatto scattare il bollino nero. È assolutamente necessario adottare una diversa politica dei flussi, il problema della città non è tanto levidente numero elevatissimo di turisti: cè un problema di luoghi - dice - i percorsi sono stretti e pressoché obbligati per cui ci sono zone eccessivamente affollate e altre deserte, cercare di deviare i flussi è indispensabile, facile a dirsi, molto più complicato metterlo in campo. Ci saranno sperimentazioni.

A fianco di interventi straordinari come quelli organizzati tra oggi e martedì, va messa in campo una politica per disincentivare e incentivare gli arrivi a seconda del periodo dellanno, un conto è venire a novembre o ai primi di gennaio, altra cosa il Primo maggio o a Carnevale, le tariffe andrebbero differenziate, sostiene il prefetto.

Le regole stabilite nel luglio 2017 dopo i fatti di Torino, con lobbligo di avere steward e security, forze dellordine e controlli a tappeto ad ogni evento pubblico, hanno sì ridotto il peso del pubblico a San Marco ma si sono rivelate un boomerang per manifestazioni più piccole, organizzate da Pro loco e associazioni. Nel Veneziano, i sindaci della città metropolitana hanno scritto al prefetto, preoccupati di non avere personale e fondi per organizzare così sagre e feste paesane mentre alcuni organizzatori, incapaci di farsi carico di questi costi, hanno rinunciato. Anche su questo sono soddisfatto: abbiamo appena firmato le Linee guida per la sicurezza degli eventi per la Provincia di Venezia - dice Boffi - lunedì le invio a Roma, se approvate dal ministero consentiranno di avere sicurezza con costi meno elevati. Nelle feste più piccole non serviranno steward o security certificati, il personale che effettua controlli dovrà esserci ma non sarà necessario ingaggiare agenzie.

Laltro problema che ha tenuto in tensione la prefettura è stato quello del centro daccoglienza di Cona. Siamo riusciti a ridurre il numero dei profughi da 1.500 a 555 - precisa Boffi - La soluzione è laccoglienza diffusa, a piccoli gruppi. Oggi, nel Veneziano, i richiedenti asilo sono 1.857, un anno fa erano 2.533.

Nel congedarsi Boffi manda un messaggio al suo successore: È molto fortunato, Venezia è una città complessa e impegnativa ma che dà tantissimo, non solo in termini di bellezza e cultura ma di calore umano - conclude - è una città viva, pulsa con animosità ed è tipico di un popolo partecipe del suo futuro. Per dirla con il Nobel Brodskij Venezia è il più bel disegno che il tempo, luomo e la natura abbiano lasciato sulla faccia della terra, si pensi alle sue contaminazioni tra bellezza dellantichità e fascino della contemporaneità, non ci sono solo le splendide mani di Lorenzo Quinn, lestate scorsa abbiamo avuto le opere di Igor Mitoraj e Manolo Valdes. A proposito, spero che anche il nuovo prefetto porti vittorie sportive: sono arrivato e tutte le squadre sono state promosse, la Reyer in A, il Venezia in B, il Mestre in C.



news

09-11-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 09 NOVEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news