LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Manduria. Il Comune regala il Parco archeologico delle mura messapiche ai privati
Il barone rampante Manlio Lilli
26 apr L'Espresso

Lamministrazione comunale di Manduria ha deciso di affidare ai privati la gestione del Parco archeologico delle Mura Messapiche. Pubblicato sul portale del Comune l' Avviso pubblico per l'ideazione e realizzazione di progetto per la collaborazione con l'amministrazione comunale per le attività di gestione.

Manduria è un comune del salento settentrionale, in provincia di Taranto. Un comune certo famoso per il primitivo, un vino prodotto dalle vigne che si distendono al difuori dell'abitato. Ma anche un comune noto come città dei Messapi, quindi con origine antiche, ricordate con orgoglio nello stemma. Qui infatti è rappresentato il Fonte Pliniano, monumento quasi certamente di età messapica, così denominato in quanto descritto da Plinio il Vecchio nella sua Historia Naturalis. Una sorgente dacqua, nascosta allinterno di una grotta, cui si può accedere tramite una scalinata. Sulla sommità della voltà è un grande lucernaio in corrispondenza del quale, esternamente, vi è un pozzo con al centro un albero di mandorlo. Luogo suggestivo ed unico, ma non isolato. Infatti si trova insieme alla Chiesa di San Pietro Mandurino all'interno del Parco archeologico delle Mura Messapiche. Interessante la chiesetta che si compone di un vano superiore databile presumibilmente al XIII sec., cui corrisponde una cripta ipogea del VIII sec. che, sembra riutilizzare una tomba a camera di epoca ellenistico-romana. Meravigliosi i resti della triplice cerchia di mura databili tra il V e il III secolo a. C., che circondavano Manduria antica, e della grande necropoli con tombe a fossa coperte da lastroni in pietra locale. Necropoli che gli scavi condotti dal 1955 al 1960 hanno documentato comprendere oltre 1200 tombe.

Immaginare che questo patrimonio sia valorizzato e tutelato come peraltro meriterebbe, sarebbe un errore. Visitare il sito è tutt'altro che facile. Il Parco archeologico è aperto dalle 9,30 alle 12,30, mentre la domenica è chiuso. A meno che non si prenoti.
Fruibilità difficile, che i visitatori rilevano.
Orari di apertura non rispettati, assenza di personale (c'è solo il custode), pochi pannelli informativi, scrive chi è stato sul posto a settembre 2017. In visita con la famiglia siamo rimasti a bocca asciutta perchperché chi doveva aprire era inspiegabilmente assente, pur essendo orario di apertura, per fortuna chiusa fuori come noi c'era anche una guida che molto gentilmente ci ha fatto un riassunto di quello che avremo trovato all'interno, scrive un altro visitatore. Ma la lista delle lagnanze è lunga e tutt'altro che recente.

I problemi sono gli stessi di tantissimi altri siti archeologici. Ci sarebbe l'erba da tagliare almeno un paio di volte all'anno, la manutenzione da assicurare alle strutture esistenti. Naturalmente, aperture meno episodiche e con orari meno contratti. Anche i motivi, quelli consueti. Mancano le risorse finanziarie. A questo punto che fare si sono chiesti al Comune di Manduria? Soluzione trovata! Affidare per cinque mesi i servizi di gestione ad associazioni culturali e/o operatori economici attivi nel settore della cultura. Affidamento completo. Già perché chi si aggiudicherà l'Avviso potrà contare sui tickets d'ingresso. Per intero. In compenso dovrà occuparsi di assicurare apertura, custodia, accoglienza, manutenzione e funzionalità ordinaria, servizi accessori, guida e fruizione della struttura, unitamente alla realizzazione di attività e iniziative di valorizzazione e promozione turistico/culturale. Il tutto con una clausola. La misura deve essere a costo zero per la proprietà del bene.

L'avviso scadrà il 12 maggio. Solo allora si saprà il nome dell'associazione o operatore economico che si sarà aggiudicato la gestione del Parco. Ma fin d'ora sembra chiaro che per lo Stato quel sito archeologico ha tutta l'aria di un problema. Più che una risorsa immateriale da valorizzare un fastidio del quale privarsi. In queste condizioni il privato non è un'opzione, ma l'unica soluzione. Non una risorsa aggiuntiva, ma l'unica alternativa al nulla.

Per ora una specie di regalo. Ma di questo passo andrà a finire che il Comune dovrà pagare al nuovo gestore i diritti per l'uso del logo nello stemma. Il paradosso che si tramuta in realtà.
Condividi:

FacebookTwitterGoogle BookmarksFriendFeedLinkedIn



26 aprile 2018
Senza categoria
0

Nessun commento 8
Lascia un commento

Nome (obbligatorio)

Indirizzo mail (non sarà pubblicato) (obbligatorio)

Indirizzo sito web

8
Chi Sono
Il barone rampante
Ricerca nel blog

Cerca nel blog


aprile: 2018 L M M G V S D
mar

mag
1
2 3 4
5
6 7 8
9
10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25
26
27 28 29
30
Categorie

Senza categoria

Archivi

maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017

Tag
Abruzzo Amitrano Antonio Carioti archeologi Basilica Colle Maggio Basilica di San Lorenzo Beni Culturali Biblioteca Laurenziana Eataly Emilio Izzo Farinetti Felicori Ferrara Firenze Franceschini IrgenRe Group Isernia L'Aquila Marche Maurizio Gambini Maximall Pompeii Mibact Museo Nazionale del Paleolitico La Pineta Nicola Macrì Osanna paesaggio Palazzo Ducale Paleolitico patrimonio Piazza Rinascimento Piazza Trento e Trieste Pompei Porcobrado Rao Reggia Collection Reggia di Caserta ricostruzione terremoto Umbria Urbino Ventura Vittorini Vittorio Sgarbi Vodivì Zauli

1999-2018 GEDI Gruppo Editoriale S.p.A. - Partita IVA 0090681006 - Pubblicità - Servizio clienti - Chi siamo
Network

Network

http://il_barone_rampante.blogautore.espresso.repubblica.it/2018/04/26/manduria-il-comune-regala-il-parco-archeologico-delle-mura-messapiche-ai-privati/


news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news