LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Carrara. Larte bianca stile michelangelo
Manuela DAngelo
Corriere Fiorentino 12/5/2018

Carrara. Nelle stanze del Carmi, il museo dedicato al Maestro nella città del marmo
Sarà inaugurato il 2 giugno: unala è tutta sul David e sulla sua storia. Poi stanze con focus sulla pittura e sezioni per le rivisitazioni contemporanee

Michelangelo Buonarroti, nellarco della sua vita, trascorse a Carrara due anni per frequentare i maestri del cavar marmi e imparare a conoscere e quindi a scegliere quella materia prima che avrebbe reso immortali le sue opere.

Per questo, per celebrare Michelangelo, Carrara e il marmo, nasce il Carmi, primo museo interamente dedicato alla figura dellartista e al suo passaggio nella città delloro bianco. Il 2 giugno Carmi Museo Carrara e Michelangelo verrà inaugurato a Carrara, dentro lottocentesca Villa Fabbricotti, recentemente restaurata grazie ad un finanziamento della Regione Toscana. Unoperazione promossa dal Comune di Carrara, realizzata con il contributo dellAssociazione MetaMorfosi e della Fondazione Casa Buonarroti e in collaborazione con lAccademia di Belle Arti di Carrara, presentata ieri mattina a palazzo Strozzi dal sindaco di Carrara Francesco De Pasquale e da Monica Barni, vice presidente della Regione Toscana. Una sala sarà dedicata alla pittura michelangiolesca, unaltra alle opere architettoniche; unala vedrà indiscusso protagonista il David e la sua storia, a partire dal gigantesco blocco che arrivò a Firenze, probabilmente dal bacino marmifero di Fantiscritti.

Su di un pannello verranno ricostruiti i vari viaggi dellartista verso Carrara: il primo fu quello del novembre 1497, quando Michelangelo arrivò in città, in sella ad un cavallo grigio, scrivono le cronache, con in tasca 15 ducati e 3 carlini, per scegliere il marmo della Pietà. Il secondo viaggio fu nel 1503, per prendere contatti con i maestri scalpellini del territorio e lultimo, nel 1505, per scegliere i marmi del monumentale sepolcro di Papa Giulio II, una fornitura talmente imponente che i carraresi dovettero costituire unapposita società per potergliela garantire. Rapporti che si protrassero fino al 1523, poi si narra che fu proprio la famiglia dei Medici a consigliare a Michelangelo di rivolgersi alle cave della Versilia e preferire i loro marmi. Nelle sei sale tematiche del Carmi anche una in cui troneggerà un Mosè, fedelissima riproduzione in scala 1:1, realizzata dallAccademia di Belle Arti di Carrara.

La parte storica verrà affiancata da una più moderna che accoglierà una sezione dedicata allarte contemporanea dove, fra gli altri lavori, verrà esposta la rivisitazione, molto discussa, della Pietà di Jan Fabre. Al pian terreno mostre temporanee e lesposizione di alcuni gessi dalla Collezione Lazzerini di proprietà della Scuola del Marmo di Carrara, e dalla gipsoteca dellAccademia di Belle Arti di Carrara. Due sale saranno dedicate alle produzioni cinematografiche che nel 2017 hanno celebrato il legame tra Michelangelo e Carrara.



news

09-11-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 09 NOVEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news