LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Porta Portese, rinasce lArsenale Pontificio. Mille metri quadrati sottratti al degrado
Maria Rosaria Spadaccino
Corriere della Sera - Roma 14/5/2018

Sembra che questa sia la volta buona per il recupero dellArsenale Clementino Pontificio a Porta Portese. Tre giorni fa è avvenuta la consegna dei lavori, nel giro di due anni (assicurano i tecnici) gli edifici e tutta larea: oltre mille metri quadrati saranno restituiti alla città. La struttura diventerà la sede della Fondazione Quadriennale, laccordo è stato firmato dal Mibact lo scorso marzo, uno degli ultimi atti del ministro Dario Franceschini che ha fatto della valorizzazione lasse portante del suo mandato. Il cancello che è il primo della via Portuense porta ancora i segni del degrado e dellabbandono, a cui è stato consegnato per decenni. Qualche senza fissa dimora ancora prova ad alloggiare allinterno, ci sono tracce di passaggi recenti.

I cavallucci marini al centro dello stemma della famiglia Albani, di papa Clemente XI, si sono sempre visti, anche quando lArsenale Pontificio a Porta Portese era occupato da baracche, smorzi e depositi di materiale edile. Il timbro papale in alto appare più nitido da quando lenorme struttura settecentesca a forma spiovente (che serviva per lentrata e luscita delle navi del Papa) è stata liberata da sporcizia e masserizie. .

Sono 17 anni che si prova a strappare questa storica struttura al degrado e allabbandono: il primo tentativo fu nel 2001 quando lallora sottosegretario ai Beni Culturali, Vittorio Sgarbi annuncia lo stanziamento di 10 miliardi di lire per ospitare al suo interno larmeria Odescalchi. Da allora tutti i vari tentativi sono falliti. Sembra che questa sia la volta buona per il recupero definitivo dellArsenale Clementino Pontificio a Porta Portese.

Tre giorni fa è avvenuta la consegna dei lavori, nel giro di due anni (assicurano i tecnici) gli edifici e tutta larea, oltre mille metri quadrati, saranno restituiti alla città. La struttura diventerà la sede della Fondazione Quadriennale, laccordo è stato firmato dal Mibact lo scorso marzo, uno degli ultimi atti del ministro Dario Franceschini che ha fatto della valorizzazione lasse portante del suo mandato.

Il cancello che è il primo della via Portuense porta ancora i segni del degrado, a cui è stato consegnato per decenni. Qualche senza fissa dimora ancora prova ad alloggiare allinterno, ci sono tracce di passaggi recenti che convivono con unarea che si prepara a diventare cantiere. Poi si entra, e al netto delle erbacce, si capisce già che luogo meraviglioso potrà diventare.

A sinistra rispetto allingresso ci sono i Magazzini del Sale, un capannone già completamente recuperato dove veniva conservata in passato la preziosa derrata, diventerà il book-shop della Fondazione ed un punto ristoro aperto alla cittadinanza, racconta Federica Galloni, direttore generale della Direzione Arte, architettura contemporanee e periferie urbane del Ministero dei Beni culturali. La struttura scorre lungo i muraglioni che costeggiano gli argini del fiume, ci sono già dei finestroni che mostrano le mura antiche.

A destra abbiamo le antiche corderie - continua Galloni - dove saranno gli uffici della Fondazione ed il suo archivio che sarà aperto al pubblico esterno. Ledificio forma un corpo unico, più basso delle altre due strutture, sembrano stanze che crescono luna dentro laltra, hanno una luce densa provocata dalla posizione e dalla vicinanza con il fiume.

In fondo cè ledificio centrale (attribuito a Carlo Fontana) realizzato da navate principali con due grandi arcate a sesto acuto, realizzate appunto per agevolare il passaggio delle navi che arrivavano dal vicino porto di Ripa grande. Sono il corpo più importante dellEx-Arsenale: questa diventerà la zona espositiva e museale, già semi recuperata al degrado, ripulita e avvolta in una rete per tutelarla dagli animali e dalle persone.

Non è stato facile proteggerla in questi anni- racconta Galloni - dopo lo sgombero e la riconsegna al Demanio siamo stati sempre in allerta affinché non venisse nuovamente occupata. È stato un lavoro continuo e non facile.

In questi che furono i magazzini del Papa, dove venivano conservate le armi, le navi e le attrezzature militari per proteggere lo stato Pontificio, Napoleone stoccava e conservava tutte le opere darte che si portò poi via per sempre in Francia. Questo luogo sarà un spazio espositivo permanente - continua Galloni - aperto al pubblico e sarà utilizzato anche come laboratorio per gli artisti più giovani. La prima fase dei lavori (recupero e bonifica) costata 1 milione di euro è stata finanziata con fondi di Roma Capitale, successivamente sono stati stanziati dal Mibact altri 7milioni di euro per il completamento delle opere di recupero e valorizzazione, lArsenale è inserito nel piano strategico Grandi progetti Beni Culturali. Laccordo firmato con la fondazione Quadriennale di Franco Bernabè garantisce da parte di questultima la promozione dellarte contemporanea, in particolare le arti visive, allinterno della struttura per i prossimi venti anni.




news

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

17-09-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 17 SETTEMBRE 2018

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news