LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Livorno sfida il degrado a colpi di graffiti darte. Simbolo di rinascita
Giacomo Salvini
Corriere Fiorentino 15/5/2018

LIVORNO. Il quartiere Garibaldi è diventato un museo a cielo aperto: per riqualificare la zona quattro giovani ragazze (ribattezzate ironicamente Uovas) hanno deciso di combattere il degrado con lunica arma a loro disposizione, il pennello.

A un anno di distanza dalla nascita del progetto Uova alla pop il quartiere si è colorato con le opere di street art di artisti di fama internazionale come Clet e presto anche Exit/Enter: oltre ai celebri sticker sui cartelli stradali, sui muri delle strade adesso ci sono anche Habibi, Coriandolo e le sorelle Maràmazov. Personaggi esotici dalla storia antica per inviare un messaggio preciso ai molti immigrati che negli ultimi anni hanno invaso la zona: Siete a casa vostra. Il quartiere popolare Garibaldi infatti non è più quello di una volta: le botteghe artigiane e i fondi di pescatori e calafati non esistono più da molto tempo e le strade sono state invase da minimarket e fast food di tutte le etnie. Così in poco tempo via della Pina dOro, Piazza Garibaldi e via Terrazzini sono diventate il ricettacolo del degrado in città: spaccio di droga, microcriminalità, risse continue.

Non è tanto la mancata integrazione a far paura agli ultimi residenti livornesi rimasti ma quel senso di paura e insicurezza che piano piano si sta espandendo anche ai quartieri limitrofi. Le istituzioni fanno il possibile ma le ordinanze del Comune contro la vendita di alcolici e i controlli a tappeto della polizia non bastano. Da qui nasce il progetto Sicurezza in Garibaldi: Un anno fa, un giorno sì e laltro pure, davanti al nostro fondo si accoltellavano in pieno giorno racconta Valeria Aretusi, architetta e tra le fondatrici di Uovo alla pop oggi le cose sono un po cambiate, abbiamo provato ad inserirci in un quartiere completamente arido dal punto di vista commerciale cercando di unire la richiesta di sicurezza al nostro desiderio di creare un centro darte, popolare e che partisse dal basso.

A marzo 2017 Valeria, Libera, Giulia e Viola hanno fondato il collettivo Uovo alla pop e vinto il bando regionale Sicurezza in Garibaldi per riqualificare il quartiere con le loro opere di street art: Luovo è il simbolo di nascita e rinascita, spiega Aretusi. Ma le quattro Uovas di professione designer, architetto, pittrice e poetessa non si vogliono fermare qui: prima lasta pubblica sui cartelli di Clet che ha permesso di raccogliere duemila euro per gli alluvionati e adesso hanno fatto partire una campagna di crowdfunding (Parete Aperta) per portare in Garibaldi un festival della street art.



news

15-02-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 febbraio 2019

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

Archivio news