LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bergamo, Mantegna. Valagussa e gli indizi per lattribuzione: il soldato meravigliato e linteresse per le rocce
D.T.
Corriere della Sera - Bergamo 24/5/2018

E tre. Dopo la Madonna con Bambino e il ritratto di San Bernardino da Siena, lAccademia Carrara, aggiungendo la Resurrezione di Cristo si potrà fregiare di un terzetto di opere di Andrea Mantegna davvero spettacolari. Un paziente lavoro scientifico ha consentito lattribuzione e il ricongiungimento dellopera con laltra metà, la Discesa al Limbo, battuta allasta da Sothebys 15 anni fa, con uneco mediatica pazzesca. Ma su quali indizi iconografici ha fondato la sua attribuzione il conservatore dellAccademia Giovanni Valagussa, autore della scoperta?

La scena che vediamo è quella della Resurrezione di Cristo, nel momento delluscita trionfante dal sepolcro con in mano un vessillo crociato, tra lo sconcerto dei cinque soldati che hanno espressioni di meraviglia, introduce Valagussa. Il soldato in primo piano, di arancione vestito, richiama unaltra opera di Mantegna: gli affreschi realizzati nella Cappella Ovetari (nel 1448-1457) nella chiesa degli Eremitani a Padova. Qui spiega il conservatore si vede la scena del tiranno Danno che viene colpito in un occhio da una delle frecce destinate a martirizzare san Cristoforo. A confronto con un particolare del nostro dipinto, si nota lo stesso scorcio molto particolare di sotto in su, lo stesso modo di dipingere la carnagione con lunghi tratti di pennello quasi filamentosi, la stessa tecnica di illuminare i profili del naso e delle labbra. Pur essendo passati circa quarantanni, essendo il nostro dipinto databile al 1492 circa, Mantegna conferma la sua abitudine per una straordinaria costanza nei modi stilistici. Di qualità molto interessante appare soprattutto la descrizione dello strapiombante paesaggio roccioso. Che prosegue Valagussa forma un altissimo sperone obliquo incombente dietro la figura di Cristo e un terrazzo sporgente in primo piano sorretto da una sorta di grandioso arco naturale, sopra il quale lintera scena si svolge. Linteresse di Mantegna per gli aspetti geologici delle rocce è molto ricorrente nei suoi dipinti dove spesso si notano montagne o grotte.

Un particolare a sinistra del Cristo in pietà oggi conservato a Copenhagen, allo Staten Museum for Kunst, mostra uno sperone roccioso quasi identico a quello che domina lo sfondo nel nostro dipinto, anche se il contrasto sul cielo dorato dellalba risulta qui ancora molto offuscato dalla pesante verniciatura scurita, che sarà rimossa con il restauro. Sorprendente è un elemento sottotraccia o meglio sotto labito. Un particolare del nostro dipinto allinfrarosso, con il soldato in piedi sulla destra: nellimmagine con lirradiazione infrarossa si vedono i leggeri tratti grigi del disegno sottostante che traccia i profili dei muscoli del petto, del braccio sinistro e del ventre. Un procedimento caratteristico di Andrea Mantegna che disegnava prima la struttura dei corpi nudi, vestendoli poi con il colore, realizzando gli abiti,conclude Valagussa. Infine, liconografia della scena: È sovrapposta nei due livelli di ununica immagine e la troviamo in alcuni rari esempi di area tedesca. Il parallelo più significativo è in una notevole tavola, oggi conservata a Francoforte, assegnata a un maestro anonimo attivo nellambito di Lucas Cranach, con una datazione al 1520-1525.



news

22-06-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 giugno 2018

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

Archivio news