LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I gioielli della campagna di scavi che svelano la Caltavuturo araba
Silvana Polizzi Sabino
2018-05-25, LA REPUBBLICA




Un pezzo dopo laltro, come un puzzle da ricomporre, riaffiora dal Medioevo lantica città di Caltavuturo. La Qalat Abi Tawr, questo il nome arabo, dominava la valle a nord dellattuale centro abitato. Si ergeva imponente su unarea chiamata Terravecchia.

Gli scavi rivelano ogni giorno nuovi elementi, tracciano la storia del centro dal VI al XVII secolo.

Alla campagna di scavi, finanziata dal comune di Caltavuturo partecipano anche 12 ragazzi del servizio civile nazionale, grazie ad un progetto denominato: A caccia dei tesori perduti.

Le ceramiche ritrovate nei saggi effettuati negli strati più profondi dice il direttore degli scavi Filippo Iannì ci danno prova certa di un insediamento abitato in epoca araba, ma anche di presenze risalenti al periodo bizantino. Di quella fase però non ci è ancora chiaro se si trattasse solo di una roccaforte militare o di un centro abitato.

Le strutture murarie emerse dagli strati superiori riguardano gli ultimi insediamenti, dal XIV al XVII secolo. La cinta muraria, abitazioni, magazzini e la chiesa di San Bartolomeo nella quale sono state individuate quattro cripte dalle quali, al momento, sono già stati tirati fuori un centinaio di scheletri, fra questi anche donne e molti bambini. Un fatto strano aggiunge Iannì che ci ha colti di sorpresa, visto che questo tipo di ossari di solito venivano utilizzati solo per gli uomini del clero.

Ma queste cripte hanno restituito anche corredi funerari di notevole importanza: molte monete dette grani coniate durante il regno di Carlo II e una piccola moneta bronzea che trova confronti in denari aragonesi emessi dalla zecca di Messina nel XIV secolo. A queste dice Rosamaria Cucco funzionaria archeologa della Soprintendenza si aggiunge il ritrovamento di ornamenti personali come anelli bronzei, corone del rosario, perline in pietre dure, in pasta vitrea, in osso.

È tra XVI e il XVII secolo che Terravecchia si spopola, spostando a valle verso lattuale centro abitato la popolazione.

È ipotizzabile dice Stefano Vassallo direttore della sezione archeologica della Soprintendenza che scomparse le esigenze difensive che avevano caratterizzato tutta lepoca medioevale portando a scegliere posizioni strategiche, elevate e impervie, si sia scelta una nuova area con meno disagi per gli abitanti.

Domenico Giannopolo, sindaco di Caltavuturo, ha fortemente voluto lavvio di queste ricerche.

Lantica Caltavuturo dice rientrerà in un percorso di fruizione che andrà ad aggiungersi al sito ellenistico di Monte Riparato e a quello di epoca romana.





news

10-08-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 10 agosto 2018

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

Archivio news