LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Radio e moda, la Triennale rilancia
Maurizio Giannattasio
Corriere della Sera - Milano 29/5/2018

Boeri: unemittente sulla Torre Branca. E progetta un museo che unisca design e grandi griffe

Museo del Design alla Triennale: stabile, gratuito, accessibile a tutti. In un futuro potrebbe diventare Museo del Design e della Moda. Noi ci mettiamo a disposizione. Se la moda è interessata, noi ci siamo. Il neopresidente Stefano Boeri lancia la candidatura della Triennale per una struttura che a Milano manca da sempre. E lancia anche Radio Triennale che trasmetterà dalla Torre Branca.

Dico una cosa forzata: la Triennale nelle arti del progetto è quello che è la Scala per la musica. Deve essere così.

Stefano Boeri, nuovo presidente della Triennale, non sta peccando di orgoglio luciferino?

No. Però credo che la Triennale debba mettersi intorno a un tavolo con il Piccolo, Brera e la Scala, le grandi madri della cultura milanese, e parlarsi. Si potrebbero stringere sinergie fortissime in piena autonomia e nel rispetto dei ruoli.

Come ha trovato la Triennale al suo arrivo?

La caratteristica della Triennale è che non si viene qui solo a vedere le mostre, ma ci si sente a casa e ogni volta ci si trova di fronte a una sorpresa. È una caratteristica unica al mondo.

Dal punto di vista della gestione?

Stiamo cercando, con il nuovo cda, il nuovo direttore che ha preso in mano una situazione complessa dal punto di vista finanziario e i giovani curatori, di far sì che la Triennale torni ad avere un ruolo apicale a livello internazionale. Si è perso un po di smalto.

La preoccupa la situazione finanziaria?

Certamente, ma la stiamo superando. Ricordo che in due anni gli Amici della Triennale hanno raccolto un milione di fondi, quindi sono ottimista. Cè però un punto importante che riguarda la diminuzione dei contributi ministeriali. Perché al Maxxi di Roma 5 milioni e alla Triennale 1,2? Per fortuna noi sappiamo camminare da soli. Ne ho parlato con il sindaco Sala e il presidente Fontana perché credo ci sia uno squilibrio che va risolto. Ne parlerò con il prossimo ministro dei Beni culturali.

Tra i progetti di rilancio cè anche il Museo del Design?

Ci stiamo lavorando e ci sono diverse ipotesi. La principale è che si faccia qui, a piano terra, subito a destra dellingresso. Uno spazio stabile dove mettere in scena la storia del design italiano. Che non vuol dire avere sempre gli stessi oggetti, ma farli ruotare nel tempo. Uno spazio gratuito, accessibile a tutti dove si possa entrare in contatto diretto con gli oggetti che raccontano la storia della creatività italiana.

Da decenni si parla di un Museo della Moda. Il sindaco Sala lo ritiene un progetto qualificante. La Triennale potrebbe giocare un ruolo?

Molti degli oggetti del design hanno un rapporto diretto con il mondo del costume e della moda. Sarebbe bello immaginare di avere in Triennale uno spazio, come è già successo in passato, dove si racconta levoluzione del gusto nella moda e levoluzione delle tecnologie, degli stili e dei tessuti.

La Triennale si candida?

La Triennale nasce come Palazzo delle Arti e ambisce a esserlo ancora. Il genio di Muzio è stato quello di immaginare un grande palazzo dove tutte le arti si esprimono in un contenitore che è quello dellarchitettura. Questo rende la Triennale uno spazio unico al mondo con il teatro, la sala danza, i laboratori, la scultura, le arti visive. Il Moma, Serpentine sono spazi straordinari ma non hanno questa polivalenza. Quando diciamo design e moda nominiamo un rapporto che è nella storia della Triennale. Senza arroganza e senza presunzione la Triennale si mette a disposizione. Se la moda è interessata noi ci siamo.

Un museo della Moda e del Design?

Al momento lavoriamo sul design, ma questo non esclude che si possa immaginare che la Triennale sia anche la sede del museo della Moda. Non possiamo aspettarci che le collezioni dei grandi stilisti arrivino tutte qui, sarebbe una follia, ma sperare nella disponibilità degli archivi di Armani, Prada, Dolce e Gabbana, Valentino, Ferrè e Versace sarebbe molto interessante perché le due sfere si parlano con unintensità fortissima.

Sembra di capire dalle sue parole che la missione della Triennale sarà quella di aprirsi sempre di più allesterno e alle altre arti.

Per farlo stiamo pensando anche una radio per avere una voce che racconta non solo ciò che viene fatto nella Triennale ma sia un collettore di informazioni che riguardano le arti del mondo.

Radio Triennale?

Sì, abbiamo anche un luogo simbolico per la radio. La Torre Branca che nasce come un pezzo della Triennale. Abbiamo un dialogo molto bello con la proprietà e insieme stiamo studiando la possibilità di avere unantenna che riceve e trasmette. Vuol dire ripensare tutta la comunicazione della Triennale a partire da un cuore che è la radio.

Quale sarà il punto di arrivo dei suoi quattro anni da presidente?

Intanto pensiamo alla XXII esposizione universale della Triennale curata da Paola Antonelli che partirà il primo marzo del prossimo anno. Sarà una grande edizione. E ringrazio il precedente cda per la scelta della curatrice. Il progetto è incentrato sul rapporto cruciale tra luomo e la natura. Stiamo facendo un enorme sforzo perché sia una Triennale indimenticabile.



news

10-08-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 10 agosto 2018

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

Archivio news