LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Carrara. Tra il David-ologramma e i gessi di una bottega storica
Marco Gasperetti
Corriere della Sera 2/6/2018

Il Carmi, un percorso multimediale lungo i secoli

Il David fluttuante ruota a tre metri daltezza e trionfa con narcisistico splendore al piano nobile della villa-museo. Poco importa se nelle sue vene e venature non cè neppure un briciolo di marmo e se allungando un mano si accarezza un fantasma di luce. Anche il David-ologramma può emanare bellezza ed emanare lo spirito di Michelangelo.

Siamo nel cuore del Carmi, il Museo Carrara e Michelangelo, che si inaugura oggi, 2 giugno, nella capitale del marmo. Sei sale tematiche, nelle quali multimedialità, iconografia, ricostruzioni hi-tech e analogiche, video, foto, stampe e documenti storici, si uniscono in un mix unico. Nel nome del Buonarroti, ovviamente, che sulle Alpi Apuane, lì fuori dal museo, trasse i marmi per i suoi capolavori e ancor prima, guardando i bacini marmiferi, li immaginò proiettandoli nella sua mente proprio come lologramma in tre dimensioni del David.

Il museo (i curatori sono Emanuela Ferretti e Davide Turrini dellUniversità di Firenze) nasce dai lavori di ristrutturazione dellottocentesca villa Fabbricotti, nobile dimora che svetta sulla collina verso Sorgnano, ai margini della città, da dove si intravedono bianchissimi i tre bacini marmiferi di Fantiscritti, Colonnata e Torano. Tre gli ambienti di visita. Il primo piano, in parte descritto, nel quale Michelangelo sembra quasi dialogare con i contemporanei. Grazie anche alle riproduzioni delle opere di Rothko, Le Corbusier, Arata Isozaki, Jean Fabre spiega lassessore alla Cultura, Federica Forti e Robert Venturi, con il suo vassoio originale ispirato alla romana Piazza del Campidoglio.

Il Michelangelo non è un museo immobile. Al piano terra rialzato, quello che accoglie il visitatore che ha appena salito i dieci scalini a balconata (rigorosamente di marmo) dellingresso principale, il panta rei si manifesta con le mostre temporanee. Come le due esposizioni pensate per linaugurazione dedicate ai gessi dello studio Lazzerini, prestigiosa bottega ottocentesca, e ai tesori della gipsoteca della Accademia di Belle Arti di Carrara, una straordinaria esperienza tra i segreti della scultura. Oppure i busti dei giganti della musica (Verdi, Wagner, Beethoven tra gli altri) arrivati dal Metropolitan Museum di New York.

Il terzo ambiente del percorso espositivo si trova al piano seminterrato e due sale ci mostrano produzioni cinematografiche dedicate a Michelangelo. Con opere di un altro Michelangelo (Antonioni) e di Andrei Konchalovsky, con lesposizione di alcuni dei costumi di scena e degli attrezzi da lavoro del Maestro ricreati per il film. Infine ecco Michelangelo Infinito, la produzione Sky nella quale si può godere anche di una mostra fotografica arricchita da bozzetti e disegni originali di artisti e botteghe artigiane.

Eppure cè un quarto ambiente ancora da esplorare. Enorme e maestoso. È la Padula, il polmone verde di 14 ettari che circonda il museo trasformato durante lundicesima Biennale di Scultura del 2002 in un parco artistico. Camminando tra cipressi, pini, cedri, alloro, tigli e conifere di ogni tipo, sincontrano sculture di Merz, Morris, Mainolfi, Parmiggiani. Se poi lo sguardo si alza verso le cave delle Apuane, si ha la sensazione di percepire lo spirito di Michelangelo. Fluttuante come un ologramma gigante.




news

22-06-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 giugno 2018

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

Archivio news