LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. La notte dello sfregio a Demidoff
Lorenzo Sarra
Corriere Fiorentino 2/6/2018

Vandali decapitano il putto della scultura dedicata al mecenate russo. Gianassi: offesa alla città

Vandalizzata nel corso delle prime ore della mattinata di ieri, la statua in marmo in onore dellambasciatore russo Nicola Demidoff nellomonima piazza attigua a lungarno Serristori. La testa di un putto di una delle quattro allegorie del gruppo scultoreo che rappresentano le virtù del nobile filantropo è stata decapitata da una o più persone, probabilmente tra le 4 e le 7 del mattino.

I vandali, approfittando dellassenza di testimoni, hanno scavalcato la recinzione e si sono arrampicati sulla scultura, strappando i reticoli dellimpianto elettrostatico di allontanamento dei piccioni. A quel punto forse volontariamente, forse per sbaglio hanno causato la distruzione della stessa, scheggiando inoltre lindice della figura femminile che tiene in braccio il putto ed il bordo sinistro del basamento sui cui è posta la scultura.

Nessuno, come accennato, ha potuto vedere la scena. Sul posto, così, la Polizia Municipale ha potuto solo constatare il danneggiamento e recuperare la testa, nel frattempo lasciata abbandonata al suolo. Secondo una prima stima, i danni ammonterebbero a circa 20mila euro. Oltre ai vigili, in piazza Demidoff, sono intervenuti anche i servizi di Belle Arti del Comune e la Soprintendenza, che sono parsi cautamente ottimisti sulla possibilità di restaurare lopera, ma prima dovranno essere fatte approfondite indagini diagnostiche sullo stato del marmo, la cui solidità potrebbe essersi deteriorata negli anni, nonostante la copertura. La statua risale al XIX secolo: fu realizzata da Lorenzo Bartolini tra il 1830 ed il 1849, su ordine dei figli di Demidoff Pavel e Anatolij, e successivamente completata dallallievo di Bartolini, Pasquale Romanelli, nel 1871, per poi essere donata al Comune di Firenze. Si tratta ha dichiarato lassessore alla sicurezza Federico Gianassi di unoffesa intollerabile alla città e al suo patrimonio culturale. Se qualcuno ha informazioni utili può trasmetterle alla Polizia Municipale, che procede per danneggiamento aggravato. Ancora più duro il sindaco Dario Nardella che aggiunge: Colgo questa occasione per rilanciare una proposta da Firenze, affinché i reati contro i beni culturali siano equiparati a quelli ambientali.

Le indagini per risalire ai responsabili non saranno però facili: anche le telecamere di sicurezza non sembrerebbero state in grado di riprendere i colpevoli. Intanto, il dispiacere per lo sfregio a questa importante opera darte fiorentina è particolarmente sentito anche dallo scultore Raffaello Romanelli, discendente di Pasquale e responsabile della galleria darte che porta il nome della famiglia: Si spendono tanti soldi per discutibili installazioni in piazza Signoria e non si preservano le nostre sculture. Ci vorrebbero più protezioni, ma anche meno inciviltà.



news

21-05-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 maggio 2019

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

Archivio news