LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Brescia. Cultura, le ricette degli 8 candidati
Thomas Bendinelli
Corriere della Sera - Brescia 3/6/2018

Per valorizzare meglio lofferta culturale della città Del Bono candida Brescia a capitale italiana della Cultura. La Vilardi propone un biglietto unico per tutti i musei, Guido Ghidini vuole portare larte anche nelle periferie.

Obiettivo finale: candidare Brescia a capitale italiana della cultura
Nel programma Del Bono il capitolo Cultura occupa ben sei pagine. Si inizia con lelenco delle cose fatte sotto la regia dellassessorato guidato dalla vice sindaco Laura Castelletti e si conclude con lobiettivo di candidare Brescia a capitale italiana della cultura. In mezzo i dettagli di un piano che vede nella cultura anche un modo di essere nel quale gli abitanti della città sperimentano lappartenenza a una comunità che si emoziona e pensa. Quanto fatto finora e quanto si vuole valorizzare va ora messo a sistema proseguendo nel prezioso lavoro di mappatura delle realtà e degli eventi culturali, costituendo un ufficio dedicato alle manifestazioni, proseguendo nella apertura di nuovi spazi e luoghi. In programma cè anche linvestimento di ulteriori risorse per un adeguato aggiornamento e incremento del patrimonio librario delle biblioteche, importanti anche per il loro ruolo di coesione territoriale e sociale. In progetto, oltre al rilancio del Museo di Scienze Naturali, il dare corpo ai tanti progetti per la valorizzazione del Castello, la completa apertura della Crociera di San Luca, il rafforzamento della rete di Volontari per Brescia. Tra i punti anche la razionalizzazione della gestione dei fondi con maggiore coordinamento tra i soggetti erogatori, privilegiando forme di accesso alle erogazioni tramite la modalità del bando, la valorizzazione non solo di eventi e progetti di grande richiamo ma anche della produzione culturale diffusa delle realtà popolari, la promozione dellarte contemporanea e e delle tradizioni legate al lavoro e allimpresa.

Mai più allombra di Milano e Verona: biglietti unici e competenze più definite

Nel programma di Paola Vilardi il legame stretto è tra cultura e turismo, con lobiettivo dichiarato di fare in modo che Brescia non sia più come a volte dicono i turisti la città tra Verona e Milano. La strada per raggiungere lobiettivo passa attraverso diverse misure, dalle sinergie che si possono costruire con i due atenei cittadini a concorsi tipo Adotta un monumento da promuovere nelle scuole cittadine per diffondere conoscenza del patrimonio artistico allampliamento degli orari dei musei nei periodi di maggior flusso turistico. Il Castello deve essere reso più fruibile e reale deve essere il recupero del Teatro Romano. Il tutto con biglietti unici al sistema museale validi 72 ore, una segnaletica più attrattiva e altri incentivi. Un paio di punti mirano a stabilire in maniera differente il chi decide cosa: Rivedere le competenze di Brescia Musei in modo che sia chiaro il confine di intervento tra la Fondazione e il Comune, con particolare attenzione alla promozione delle iniziative in Castello. E ancora: Riportare la politica e le decisioni sulla valorizzazione del patrimonio artistico della città in consiglio comunale, in modo che la cabina di regia torni presso lorgano maggiormente rappresentativo delle diverse anime della città puntando a una politica culturale che unisca la città. Tra i punti anche la creazione di un tavolo tecnico con esperti del settore per valorizzare il patrimonio artistico. Sullo sfondo la necessità di attrarre investimenti privati anche mediante networking e fundraising, sgravi fiscali e utilizzo delle agevolazioni europee e nazionali previste.

Una rivoluzione civile in Brescia Musei; porteremo larte nelle periferie

Per i Cinque Stelle Lobiettivo principale della cultura è il progresso della persona e quattro sono le direzioni per promuovere le politiche culturali cittadine: Favorendo la meritocrazia nella scelta delle figure professionali da inserire in ogni settore di riferimento, valorizzando il patrimonio culturale cittadino, riqualificando il territorio e liberando la città dal timido guscio nel quale si nasconde. Come si traduce tutto questo? Innanzitutto nominando a capo dellassessorato una figura di alto profilo, con una dimensione professionale forte e scollegata da qualunque sistema. Questo varrà anche per le scelte riguardanti la Fondazione Brescia Musei, con lobiettivo di un coinvolgimento più ampio della società civile e senza quelle chiusure di un regime politico a cui siamo stati abituati negli ultimi decenni. Tra le azioni da intraprendere un maggior sguardo alle periferie, identificando nei quartieri in sofferenza i luoghi ideali per creare musei a cielo aperto, progetti di street art. Il museo delle scienze deve essere invece rilanciato e portato fuori dal senso di abbandono e scarsa cura che ora trasmette, così come rilanciate devono essere le biblioteche. Rispetto agli eventi e manifestazioni, lobiettivo è per una cultura aperta. più partecipata anche nelle fasi progettuali, meno passiva e più attiva. Tra le idee anche il palinsesto integrato di eventi con annesso portale online e la scuola di brescianità. Ci faremo promotori nelle scuole primarie - si legge nel programma - di percorsi di educazione civica incentrati sulla conoscenza delle eccellenze culturali della città.

La destra e la disciplina a scuola, la sinistra verso nuovi orizzonti di socialità

CasaPound punta a valorizzare la BRIXIA ROMANA (proprio così, tutto maiuscolo) e a celebrare con la dovuta importanza le X Giornate. Per il resto CasaPound intende offrire un sistema culturale integrato tra eventi e appuntamenti della città e quelli dei comuni della provincia. Per Forza Nuova - Azione sociale cultura e istruzione vanno a braccetto. Ne consegue che bisogna rivedere il modello di istruzione nei limiti concessi dalla legge affinché le nuove generazioni crescano con valori, tradizioni, educazione e disciplina. Seguono impegni, che vanno dal contrasto alla diffusione della teoria gender alla diminuzione nelle scuole primarie e dellinfanzia del numero degli allievi stranieri per classe. la Lista Pro Bigio dedica alla cultura poche righe: Valorizzazione dellaspetto culturale, turistico, enogastronomico della città, esaltando i monumenti (Bigio compreso) e i siti storici. Altra proposta a tema è listituzione di una filarmonica stabile. Per Potere al Popolo, un intero capitolo dedicato, la cultura è invece importante strumento per ripulire laria stagnante e viziata che si respira da troppo tempo in città, aprire le finestre, guardare fuori e vedere altri orizzonti. Tra i punti trovano spazio il primario sostegno ad attività culturali e progetti artistici diffusi nel territorio oggi costretti a una difficile clandestinità, più socialità e meno divieti meschini. Nulla di specifico invece nel Pci di Lombardi, se non la proposta di aumentare la partecipazione alla vita pubblica dei cittadini anche attraverso personale specializzato in mediazione culturale e specifiche metodiche di confronto e risoluzione dei conflitti (ex. Teatro dellOppresso).









news

22-06-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 giugno 2018

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

Archivio news