LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Graffitari e vandali restano impuniti
di LUIGI LABRUNA
18 giugno 2018 LA REPUBBLICA



Scendere tra olivi e ruderi romani verso la punta del Capo di Sorrento fino alla caletta, serrata da rocce, dei bagni della Regina Giovanna per assaporarvi, in compagnia di una gradevole ragazza, il lento declinare del giorno, era considerato un tempo il massimo della goduria. Oggi mi dicono che le godurie sono ben altre. Ne taccio. Anche le refole hanno il loro pudore.

Non riesco, però, a non parlare dello scoramento e dellindignazione che mi hanno colpito nel vedere sui media le foto dei disastri compiuti qualche giorno fa in quei luoghi da vandalici cretini, che hanno sfregiato ciò che resta della villa di Pollio Felice, ricoprendola per intero di devastanti graffiti, nella convinzione evidente che qui da noi ogni regola può esser impunemente violata.

Magari tra la comprensione di chi, per mostrarsi politicamente corretto, giustifica quegli scempi dicendoli espressione di pluralismo culturale, rifiuto delle marginalità, reazione alla ideologia elitaria del decoro.

E nel convincimento, non proprio campato in aria, di una sostanziale tolleranza delle Autorità (comprese le giudiziarie), che spesso lasciano deturpare, indifferenti, un patrimonio culturale, storico, archeologico e ambientale che tutti ci invidiano e che la Costituzione impone di tutelare proprio a loro che, invece, anche quando riescono a identificare quei teppisti che si spacciano per artisti, esitano ad adottare le misure (pur inadeguate) che esistono nel codice penale che contempla (art. 635 e 639) i reati di danneggiamento e di deturpamento e imbrattamento di cose altrui , nel codice dei beni culturali, nel testo unico in materia di edilizia e così via. Fonti, naturalmente, eterogenee e ingarbugliate, che invano il Parlamento ha provato più volte a coordinare. Da ultimo nella passata legislatura, in cui la Camera ha approvato sul tema un disegno di legge delega (A.C. 4220) trasmesso poi al Senato dove si è arenato. Prevedeva di ricondurre a unica categoria la molteplicità di reati esistenti e punirne seriamente gli autori nel rispetto della risoluzione dellAssemblea generale dellOnu 69/196/2014 e, in generale, della disciplina internazionale in materia. Mi auguro che quel provvedimento venga ripreso e presto varato dal nuovo Parlamento per arginare quegli odiosi reati e, in particolare, il graffitismo, ormai talmente invasivo da penetrare addirittura negli ospedali (al Loreto Mare) e apparire sempre più intollerabile anche se si deve riconoscere che, in forme diverse, è sempre esistito. Come dimostrano i tanti graffiti, elettorali e no, scoperti a Pompei.

A quei tempi però essi erano uno dei pochi modi efficaci per comunicare al pubblico. E, nonostante ciò, già allora venivano considerati talmente molesti da spingere un bello spirito a scriverne ironicamente uno (CIL. IV 2487) che ancor oggi è possibile decifrare: Non mi faccio capace, muro mio, di come tu faccia a non crollare sotto il peso di tante cavolate!. Questo, duemila anni fa



news

21-05-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 maggio 2019

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

Archivio news