LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano, si cerca un mecenate per il museo delle opere dei coniugi Boschi-Di Stefano
Paola DAmico
Corriere della Sera Milano 2/7/2018

Cercasi mecenate per il raddoppio della casa museo. Al 15 di via Jan, in realtà, di spazio libero ce nè. Forse non abbastanza per ospitare le tante opere donate dai coniugi Boschi e Di Stefano (2.000 in tutto), custodite in gran parte nei depositi di Palazzo Reale, ma senza dubbio utile ad ampliare lattuale esposizione. Da tre anni, infatti, sè liberato lintero terzo piano del palazzo costruito alla fine degli anni Venti del secolo scorso, su progetto dellarchitetto Piero Portaluppi. Anche quello fu lasciato in eredità al Comune dai coniugi milanesi insieme allintera palazzina e alla loro imponente collezione di opere darte. Per anni però, mentre al secondo piano veniva allestita e poi, dal 2003, apriva al pubblico la casa-museo, il terzo piano fu utilizzato come alloggio di servizio per un alto funzionario dellamministrazione e, alla sua morte, inserito tra i beni da dismettere per fare cassa. Fino al 31 luglio, il Municipio 3, daccordo con la Fondazione Boschi-Di Stefano e il Touring Club che garantisce lapertura al pubblico della casa-museo con i propri volontari, ha ottenuto di riaprire e utilizzare eccezionalmente lintero terzo piano per unesposizione fotografica.
Ma il nodo della vendita dovrà presto essere sciolto. Lassessore al Bilancio, Roberto Tasca, si è recato di recente a visitare il bel palazzo di via Jan e il museo che, comè oggi, può esporre non più di trecento opere. E spiega al Corriere di non aver spinto lacceleratore per la vendita finora ma che lappartamento del terzo piano era già stato inserito nel piano di dismissione nel 2014. Al mio arrivo a Palazzo Marino aggiunge Tasca ho fatto fare una valutazione e ora sappiamo che vale 900 mila euro. Una cifra importante. Non possiamo, al di là della passione per larte, trascurare il problema del bilancio. Il terzo piano andrà messo allasta. La speranza è trovare un mecenate che partecipi alla gara, riesca ad acquistarlo e quindi lo possa destinare alle attività della fondazione. I gioielli della corona, aggiunge lassessore, Milano li ha già venduti tutti. E per portare fino in fondo il piano di investimenti sulla città che il sindaco si prefigge conclude occorre prima fare cassa. Antonio Boschi e Marieda Di Stefano furono collezionisti appassionati. Lei fu anche ceramista e al piano ammezzato della palazzina trovò lo spazio per il suo studio che poi divenne una scuola per ceramisti.

A realizzare ledificio di cinque piani nel nascente quartiere della nuova borghesia appena fuori dai Bastioni, era stato il padre, un costruttore edile, che aveva destinato un piano ad ognuno dei suoi cinque figli. E si deve a Philippe Daverio, quando fu assessore alla Cultura nella giunta Formentini, la concretizzazione delle volontà della coppia che, indicando come erede dei beni il Comune, voleva aprire la propria abitazione ai milanesi. Da quando la casa museo ha aperto i battenti cè stato un progressivo incremento dei visitatori, precisa Gianmario Maggi, che coordina gli 850 volontari del Touring attivi in città. Sono oltre 30 mila lanno. Gli spazi espositivi sono undici e qui sono in mostra opere che i coniugi acquistavano forse anche per aiutare artisti giovani sconosciuti. Dal loro salotto passavano artisti come Sironi, Martini, Savinio, Fontana. Allingresso si trovano i ritratti dedicati ai coniugi Boschi e le ceramiche della stessa Marieda, quindi attraverso un corridoio con opere di Severini e di Boccioni si raggiunge la sala del Novecento italiano con opere di Funi, Marussig, Tozzi, Carrà e Casorati.

https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/18_luglio_02/milano-si-cerca-mecenate-il-museo-opere-coniugi-boschi-di-stefano-036a8a98-7d53-11e8-b995-fbeecea523fe.shtml


news

09-11-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 09 NOVEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news