LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. SantAgnese, basilica a rischio. Strada da rifare
Valeria Costantini
Corriere della Sera - Roma 8/7/2018

I sacerdoti: Avvallamenti e fessure nella via, sui muri si aprono crepe e cadono calcinacci

Crepe profonde nel refettorio, nelle stanze dei frati, tra gli affreschi della basilica. Nel complesso di SantAgnese fuori le mura si teme per il patrimonio storico del sito. Colpa degli avvallamenti sulladiacente via Nomentana, segnalano i parroci. Le pareti tremano al passaggio dei bus, le vibrazioni mettono in pericolo le strutture: urgente un intervento, chiede don Edoardo Parisotto.

La frattura più evidente è quella che spacca a metà laffresco di una croce disegnata allingresso della basilica di SanAgnese fuori le mura.

Ma le ferite, dentro il suggestivo complesso architettonico, sono numerose e si moltiplicano giorno dopo giorno. Colpa del pessimo stato dellasfalto sulladiacente via Nomentana - segnala don Edoardo Parisotto - come dellelevata velocità sostenuta dai mezzi in transito. In estate poi con il traffico che diminuisce, aumentano invece le vibrazioni allinterno del sito archeologico, che ospita anche le catacombe e un mausoleo. Una situazione di pericolo per la conservazione delle opere e per i preti, che ha iniziato a verificarsi solo di recente, negli ultimi tre, quattro anni. Le ragnatele di crepe sono ben visibili sulle volte delle abitazioni e degli uffici parrocchiali, proprio i locali più vicini alla trafficata arteria della Capitale. Nel refettorio i parroci sono stati costretti a posizionare un paio di tiranti per sostenere il soffitto che perdeva pezzi. Mentre sulle scale che portano alle celle dei preti, una spaccatura è talmente profonda da poterci infilare una mano.

E poi la convivenza con le vibrazioni è impossibile. Ci svegliamo di soprassalto nella notte per le scosse provocate, pensando che sia un terremoto - racconta esausto Parisotto -. Le crepe nei nostri storici edifici aumentano, con la conseguente caduta di polvere e di piccoli frammenti.... Nemmeno il sacro viene risparmiato dai tremori: le mura a ridosso della chiesa paleocristiana (risalente al prima metà del VII secolo), la stanza dove è ancora conservato il salotto originale di Pio IX, lo scalone in discesa che porta alla basilica, accesso a una chiesa tra i pochi al mondo di questo genere. I problemi di stabilità del complesso storico sono stati denunciati più volte. Da mesi, segnalo periodicamente ai competenti uffici del Comune e del II Municipio, ma per ora nessuno ci ha dato risposte, sintetizza don Edoardo. Una situazione che, appunto, è legata alle condizioni della vicina via Nomentana piena di avvallamenti e, soprattutto, al transito ad alta velocità dei mezzi. Sono specialmente i mezzi pesanti a creare le vibrazioni più potenti. - spiegano i canonici - Al passaggio degli autobus, soprattutto quelli lunghi, tremano tutte le strutture del nostro complesso. La prima richiesta da parte del complesso monumentale di SantAgnese è proprio quello di un sopralluogo delle istituzioni e, magari, un incontro con la stessa Atac. Rimettere in sesto il manto stradale resta la priorità. Il rischio di danneggiare una parte di questo patrimonio storico-artistico di impareggiabile valore sarebbe gravissimo, lappello di don Edoardo: un tesoro di splendidi marmi cipollini e di porfido rosso nella basilica dedicata alla martire, morta a soli dodici anni.




news

22-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news