LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cultura che si mangia
Stefano Allievi
Corriere del Veneto 8/7/2018

Di tutti gli aspetti del cosiddetto decreto dignità che hanno fatto discutere, ce nè uno che è passato quasi sotto silenzio, ma che dovrebbe invece far riflettere: il passaggio delle competenze sul turismo dal ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Mibact, che ora perde la T al ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali Paaf. Sarà che molti non se ne sono quasi accorti, occupati ad analizzare il resto. Sarà che effettivamente cè una parentela etimologica, che tuttavia pochi conosceranno.

Cultura deriva infatti dal latino colere , coltivare perché, anche se pochi lo fanno, pure la mente andrebbe coltivata di continuo, e la riflessione è frutto di unopera di scavo, che chi predilige la superficie non conosce. Ma la scelta, strategica per il paese, e proprio perché tale, meriterebbe ben altra attenzione. Mentre si ha la sensazione che la decisione abbia carattere essenzialmente tattico: di lottizzazione interna al governo per riequilibrare i pesi dei rispettivi partiti (passando competenze dai pentastellati ai leghisti), e di corrispondere ai desiderata del ministro dellagricoltura Centinaio, alfiere di questa idea. Siamo perfettamente daccordo che lagricoltura, e con essa il paesaggio, siano parte fondamentale e, è vero, sottovalutata del patrimonio culturale del nostro paese. Siamo altresì convinti che nuove forme di turismo, più legate di quanto accada ora al repertorio enogastronomico italiano e alle sue tipicità, vadano incrementate, e rappresentino un cespite importante e incrementabile. Siamo molto più dubbiosi, invece, nello slegare il turismo dalla promozione del gigantesco patrimonio storico-culturale italiano, che rischia così di essere ulteriormente marginalizzato, e diventare una sempre più irrilevante cenerentola. Diciamo spesso che proprio il nostro patrimonio culturale è il nostro petrolio, la nostra vera ricchezza: larte, larchitettura, la storia, la religione Ed è vero. Forse vale la pena di ricordare che è esso, insieme al paesaggio (mare, lago, montagna), a spingere i turisti da noi: che poi mangiano e bevono anche. Non è il contrario. Semmai, se proprio si vuole investire come si dovrebbe sul turismo, occorrerebbe un ministero ad hoc. O, se deve diventare un ministero del made in Italy (un ministero di marketing importantissimo, nelle parole di Centinaio, prima ancora che il trasferimento di competenze avvenisse), dovrebbe stare tra le competenze del ministero dello sviluppo economico, come suo settore privilegiato. Ci inquieta, invece e non per snobismo, ma proprio per consapevolezza delle diverse specificità della produzione culturale, del passato e di oggi che la promozione turistica italiana si basi su prodotti e ristoranti (se va bene, sul paesaggio). E che passino in secondo piano cattedrali e musei, castelli e biblioteche, storie e tradizioni, patrimonio archeologico e folklore, e pure la produzione di arte contemporanea (musica, teatro, cinema, letteratura, arti plastiche e figurative) rispetto allincoraggiamento del consumo di prosecco e asiago, di radicchio o di vialone nano: per farla breve, anche ciò che non si commercia al Vinitaly e non si vende da Eataly. Tutto il resto, infatti, è solo la storia e la cultura dItalia, spesso ignorata dagli stessi italiani: prodotti, per stare al Veneto, come Palladio o Piranesi, Mantegna o Tiepolo, Ruzante o Goldoni, Vivaldi o Albinoni, Marco Polo o Casanova, ma anche le espressioni contemporanee della creatività artistica, o semplicemente i luoghi storici e le città darte, a cominciare naturalmente da Venezia dove si può persino fare qualche altra cosa, oltre che mangiare in un bacaro e bere uno spritz.



news

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

25-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 agosto 2019

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

Archivio news