LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. I pali alla Stazione e non solo, la scomparsa dellestetica
Enrico Nistri
Corriere Fiorentino 8/7/2018

Lo spettacolo della palificazione che stravolge piazza Stazione non può lasciare indifferenti. È motivo di consolazione, di conseguenza, apprendere che il soprintendente Pessina (Corriere Fiorentino del 4 luglio) non intende rimanere fermo impalato dinanzi a una foresta di pali e ad una ragnatela di fili che le risorse della moderna tecnologia avrebbero potuto evitare, anche se è lecito chiedersi quanto i rimedi prospettati basteranno a ridurre limpatto di scelte ormai irreversibili. Decolorare i pali e ridurne il numero non basta a restituire a piazza Stazione ridotta a una piazza-Stazione quel miracoloso equilibrio fra gotico e modernità che è merito universalmente riconosciuto agli architetti del Gruppo Toscano. Più che lamentarsi per la beffa di una piazza addormentatasi con un filare di pini e risvegliatasi con una giungla di pali, sarebbe però opportuno interrogarsi sui motivi per cui in una città come Firenze si sia trovata improvvisamente di fronte allo stravolgimento estetico di troppi luoghi simbolo. Pessina ha lamentato il ridimensionamento delle Soprintendenze in seguito alla riforma Franceschini. Il problema sussiste, ma anche prima della riforma interventi opinabili erano stati operati impunemente, come il riassetto dellarea antistante la Fortezza da Basso, lulcerazione di piazza Vittorio Veneto, la pensilina di Toraldo di Francia. Cè piuttosto da chiedersi se, sulla facilità con cui certe scelte possono passare attraverso il vaglio di più livelli di controllo, non influiscano un allentamento della pressione sociale in materia di interventi urbanistici e una generale atrofizzazione della sensibilità estetica. Viviamo in unepoca di democrazia informatica dominata da un accanito e spesso incattivito interventismo sul web, eppure i fiorentini si scoprono inermi dinanzi al fatto compiuto di scelte mal condivisibili. Vengono proposte, è vero, video anticipazioni dei nuovi assetti, ma i rendering, come i volti secondo Corneille, sono spesso dei dolci impostori. Manca, sulla stampa, quella pubblicistica agguerrita che persino sotto la dittatura accompagnò il concorso per la nuova stazione di Santa Maria Novella. E mancano amministratori capaci di farsi a piedi il greto dellArno alle Cascine per accertarsi che anche nei colori delle facciate il nuovo quartiere dellIsolotto rispettasse lestetica cittadina. Lo faceva negli anni 50 lallora assessore alle Belle Arti Piero Bargellini. Oggi i suoi sarebbero passi perduti, perché da tempo unestetica cittadina condivisa non esiste più.



news

18-07-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 18 luglio 2018

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

Archivio news