LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei. Scavi tra passato e futuro: antiche tombe e arte contemporanea
Gimmo Cuomo
Corriere del Mezzogiorno - Campania 14/7/2018

Scoperti monumenti funebri, mostra di Catrin Huber nel Criptoportico

POMPEI. La città antica non è morta ma continua a vivere, sospesa tra passato e futuro. Emblematica la giornata di ieri. Di buon mattino il direttore del parco archeologico Massimo Osanna ha accompagnato i convegnisti arrivati a Pompei per una giornata di studi in memoria dellarcheologo Enzo Lippolis nellarea di porta Stabia dove per la prima volta è stato possibile ammirare due monumenti funerari del primo secolo dopo Cristo, restaurati di recente con fondi ordinari.

Larea è adiacente a quella in cui un anno fa è venuta alla luce la tomba monumentale di Gnaeus Alleius Nigidius che, grazie a uniscrizione, ha peraltro consentito di formulare nuove ipotesi sul numero degli abitanti della città antica: sarebbero stati più o meno trentamila. Poche ore più tardi lo stesso Osanna e il direttore del Grande progetto Mauro Cipolletta hanno tenuto a battesimo la mostra Expanded Interiors dellartista tedesca Catrin Huber, allestita allinterno della casa del Criptoportico: i grandi e coloratissimi pannelli di alluminio esposti sulle pareti dei corridoi e in un ambiente termale della domus, rappresentano una sorta di proiezione verso gli anni a venire. Sono liberamente ispirati ai dipinti di epoca romana, parzialmente distrutti dalla furia della natura, ma anche dalla violenza delluomo. La casa fu infatti investita anche da un bombardamento durante la Seconda guerra mondiale.

Ma procediamo per ordine. I due monumenti funerari di porta Stabia, restaurati sotto la direzione dellarcheologa Luana Toniolo, saranno presto restituiti alla pubblica fruizione, grazie a ulteriori lavori che realizzeranno anche il collegamento con la tomba di Nigidius. La tomba B, di forma triangolare è costituita da due blocchi parallelepipedi di calcare bianco. Linterno presenta tre nicchie su altrettanti lati, mentre sul quarto si accede alla camera. Cinque delle nove urne fittili non sono state svuotate nel corso delle campagne di scavo ottocentesche: in queste hanno restituto le ceneri dei defunti, mentre altre hanno permesso di recuperare i resti dellustrinum , vale a dire il rogo funebre. Grazie a questi ritrovamenti - ha spiegato Osanna - possiamo contare su dati straordinari che ci permettono di ricostruire in dettaglio come si svolgevano i riti funebri. Laltra struttura, denominata convenzionalmente tomba A, è di forma quadrata. Allinterno della camera sepolcrale vi sono delle nicchie ricavate sui tre lati del muro laterizio. Laccesso alla tomba è situato sul lato meridionale ed è chiuso da una porta in calcare, ritrovata chiusa al momento dello scavo: è stata aperta per i lavori di restauro e ha dimostrato il perfetto funzionamento dellopera romana a distanza di duemila di distanza. Sulla porta uniscrizione latina così tradotta: Iarinus saluta Expectato, amico per sempre; saluti ad Habito. Sopra questultimo nome qualche passante disegnò un fallo. A quellepoca le necropoli erano ubicate in corrispondenza delle porte principali e delle principali vie di comunicazione. Osanna non ha escluso che nellarea adiacente, possa nascondere una grande villa, simile a quella dei Misteri.

Dalla morte alla vita. Al vernissage della mostra di arte contemporanea Osanna ha voluto ribadire il rapporto osmotico tra larcheologia e la contemporaneità. Fin dai primi scavi del 1748 Pompei ed Ercolano sono state inesauribili fonti di ispirazione per artisti, letterati, architetti. E hanno finito per impregnare lintera cultura europea. Allo stesso modo, le opere contemporanee che ospitiamo oggi non rappresentano una contrapposizione verso lantico, ma aiutano a riflettere e a ripensarlo. Mi piace che venga restituta dignità alle pareti alle quali il tempo ha tolto qualcosa. Decisamente emozionata, Catrin Huber ha esposto il suo intento di stabilire un dialogo tra antico e moderno, esplorando allo stesso tempo ciò che la pittura contemporanea e pratica artistica specifica nel sito possono imparare dal lavoro spesso incredibilmente complesso e sofisticato dei pittori romani. Il direttore del Madre di Napoli, Andrea Viliani , ha definito liniziativa un segno delleterno sforzo di ricostruzione di Pompei e auspicato, con un raffinato ossimoro, lavvento di unarcheologia del futuro e non del passato. Le installazioni resteranno nella casa del Criptoportico fino al 15 gennaio 2019.




news

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

07-04-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 7 aprile 2020

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

Archivio news