LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Garda, ciclabile. Gli ambientalisti criticano lopera. Reti e acciaio, paesaggio ferito
Margherita Montanari
Corriere del Trentino 15/7/2018

Italia Nostra: La Provincia usi la pietra. Omogeneità già compromessa

TRENTO. Aggettivi come suggestivo e affascinante, o lappellativo di più bella del mondo, con cui è stata presentata la pista ciclabile di due chilometri sospesa sullacqua nel tratto del lago di Garda che va dal comune lombardo di Limone fino al confine con la Provincia autonoma di Trento, non trovano corrispondenza nei toni piuttosto polemici usati dalle associazioni ambientaliste trentine per commentare lopera, inaugurata ieri.

Associazione Wwf per il Trentino, Associazione Italia Nostra-Trento, Associazione Riccardo Pinter, Comitato per la Salvaguardia dellOlivaia e il Comitato per lo Sviluppo sostenibile hanno firmato un documento in cui esprimono le ragioni del disappunto per le modalità di realizzazione della ciclovia sul versante bresciano del lago. Anche il presidente di Italia Nostra-Trento, Beppo Toffolon, mette in guardia lamministrazione provinciale dal ripetere alcuni di quegli errori commessi, a detta degli ambientalisti, nella realizzazione della ciclabile di Limone. E invita a non essere precipitosi nella realizzazione del tratto Limone-Riva del Garda, riflettendo nella progettazione sulla tutela del paesaggio e sulla sicurezza.

La prima argomentazione degli ambientalisti riguarda il danno ambientale portato dalla realizzazione di una pista sospesa sulla roccia. Per far spazio a fitte reti, con travi conficcate nella roccia per sostenere reti paramassi a sbalzo, la montagna a strapiombo sul lago è stata disboscata. Tuttavia, mentre questazione è necessaria per la realizzazione di infrastrutture, non era altrettanto vincolata la scelta dei materiali. I materiali con cui è stata realizzata specialmente il metallo sarebbero una ferita inferta al paesaggio. Ci auguriamo che la Provincia di Trento metta da parte la tendenza alleterogeneità dei materiali, tipica delle opere moderne continua Toffolon La struttura metallica realizzata a sbalzo non risulta leggera, ma evidenzia uno stacco netto tra la ciclabile e il paesaggio. Lutilizzo di materiali pesanti, come la pietra, conferirebbe invece continuità, rendendo linfrastruttura un tuttuno col paesaggio. Se pedalando sulla ciclabile la vista è mozzafiato, cambiando prospettiva il risultato è ben meno suggestivo: dallacqua, il tratto realizzato finora si offre come una striscia di lastre di cemento sostenuta da grigie e spesse mensole, continuano le associazioni.

Cè poi la questione funzionalità. La larghezza della pista, di due metri e mezzo, non garantirebbe una buona convivenza tra pedoni e ciclisti, tenendo conto della possibile alta frequentazione, mettendo a rischio la sicurezza di chi vi transita. Il rischio di una pista non sufficientemente larga anche nel tratto trentino sembra scampato, a giudicare dai primi progetti che parlano di quattro metri abbondanti di larghezza.

Toffolon conclude criticando lassenza di attenzione al progetto complessivo nel momento in cui si è deciso di realizzare la pista sospesa sul lago, senza sapere che aspetto avrà il tratto successivo. Il che comporterà disomogeneità col resto dellanello ciclabile. Lunitarietà del percorso è compromessa spiega , ma ci auguriamo che si proceda più coordinati nella realizzazione dei percorsi ancora da attuare. Speriamo che il tratto del Comune di Limone rimanga un unicum, e non si prenda desempio.



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news