LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Casa Boschi Di Stefano. Difesa del museo. Nasce il comitato
Paola DAmico
Corriere della Sera - Milano 17/7/2018

Un comitato per difendere Casa Boschi Di Stefano. Pronta una petizione contro la vendita del terzo piano della palazzina di via Jan 15. Obiettivo: avere più spazi per esporre le opere.

Nasce un comitato per Casa Boschi Di Stefano. Cresce la mobilitazione contro la vendita del terzo piano della palazzina di via Jan 15. Pronta una petizione. Obiettivo: avere più spazi per esporre parte delle quasi duemila opere del Novecento italiano ancora custodite nei depositi comunali.

La Fondazione, il Touring Club (che con i suoi volontari ha permesso di visitare il secondo piano a oltre 150 mila persone da quando è stata inaugurata la Casa museo), gli architetti Mendini, il Municipio 3 sono linterfaccia di gruppi di cittadini che si sono appassionati al caso. E non escludono di dare vita a una raccolta fondi per consentire di sistemare il terzo piano, attualmente non abitato, così da adeguare la Casa museo agli standard di un moderno museo.

Scrive un lettore del Corriere, Giancarlo Taggiasco: Lasta è proprio lunica soluzione? Perché non aprire una sottoscrizione? Non sono un milionario, ma sono pronto ad offrire il mio piccolo contributo per ampliare gli spazi e godere la bellezza. Il piano del palazzo sopra a quello del museo vero e proprio, stando alle dichiarazioni dellassessore Roberto Tasca, andrà allasta con una base di 900 mila euro. Lauspicio dellesponente della giunta, tuttavia, è che un mecenate possa valorizzare lo spazio, acquistandolo e poi aprendolo ad attività del museo. Da qui, la mobilitazione. Gianmario Maggi , coordinatore dei volontari del Tci a Milano, sostiene che nel museo cè stato un boom con una crescita esponenziale di turisti stranieri. Questa è una collezione che non ha confronti. Ma Tasca non fa per ora alcuna marcia indietro. Due i punti chiave del suo ragionamento: Non è vero che il Comune non investe in cultura. Milano spende per la cultura più delluno per cento delle sue entrate. Ma è il secondo punto che gli consente di tenere ben saldo il coltello dalla parte del manico: Limmobile costruito su progetto di Piero Portaluppi non fu un lascito. Il Comune lo acquistò per 250 milioni di lire nel 1974 dallingegnere Boschi prosegue Tasca ed ebbe in cambio la collezione con limpegno di mantenere lesposizione. E aggiunge: Perché assumere una posizione così privatistica? Il Comune è di tutti i cittadini. A priori non credo che la collettività debba rinunciare a 900 mila euro, ma non sono stato io a inserire nel piano di vendita quellappartamento al terzo piano. È stato chi mi ha preceduto. Io in questi due anni non ho accelerato la dismissione. E ora non escludo che ci possa essere un mecenate interessato. Il Comune è pronto al dialogo. Il viaggio nella Casa museo comincia dallingresso. Una chicca lascensore, i lampadari déco, come molti mobili dellarredo. Non cè un centimetro quadro libero sulle pareti. Dal corridoio con le tele di Severini e Boccioni alla sala del Novecento con le opere di Funi, Tozzi, Carrà. E il salotto interamente dedicato a Sironi. Con le sculture di Arturo Martini. E via con il Gruppo di Corrente. Ho scritto al sindaco e agli assessori dice lavvocato Ezio Antonini, presidente della Fondazione Boschi Di Stefano per sollecitare una presa di posizione. Se il Comune ha una opportunità di migliorare lesposizione perché farsi da parte? Dal 2014, quando lappartamento del terzo piano libero dallinquilino fu inserito nel fondo per lalienazione, ho scritto dodici lettere. Lintera palazzina, non solo le opere, è un patrimonio da salvaguardare.

La casa di Antonio Boschi e Marieda Di Stefano fu tappa di tutti gli artisti del Novecento. Senza la donazione oggi non ci sarebbe il Museo del Novecento precisa la dottoressa Maria Fratelli, direttrice delle Case museo milanesi, che sottolinea il ruolo educativo di luoghi come questo e va ricordato che i coniugi non compravamo per fare investimenti ma erano autentici mecenati, tutti gli artisti del Novecento sono passati dalla loro casa.




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news