LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Casa Boschi Di Stefano. Difesa del museo. Nasce il comitato
Paola DAmico
Corriere della Sera - Milano 17/7/2018

Un comitato per difendere Casa Boschi Di Stefano. Pronta una petizione contro la vendita del terzo piano della palazzina di via Jan 15. Obiettivo: avere più spazi per esporre le opere.

Nasce un comitato per Casa Boschi Di Stefano. Cresce la mobilitazione contro la vendita del terzo piano della palazzina di via Jan 15. Pronta una petizione. Obiettivo: avere più spazi per esporre parte delle quasi duemila opere del Novecento italiano ancora custodite nei depositi comunali.

La Fondazione, il Touring Club (che con i suoi volontari ha permesso di visitare il secondo piano a oltre 150 mila persone da quando è stata inaugurata la Casa museo), gli architetti Mendini, il Municipio 3 sono linterfaccia di gruppi di cittadini che si sono appassionati al caso. E non escludono di dare vita a una raccolta fondi per consentire di sistemare il terzo piano, attualmente non abitato, così da adeguare la Casa museo agli standard di un moderno museo.

Scrive un lettore del Corriere, Giancarlo Taggiasco: Lasta è proprio lunica soluzione? Perché non aprire una sottoscrizione? Non sono un milionario, ma sono pronto ad offrire il mio piccolo contributo per ampliare gli spazi e godere la bellezza. Il piano del palazzo sopra a quello del museo vero e proprio, stando alle dichiarazioni dellassessore Roberto Tasca, andrà allasta con una base di 900 mila euro. Lauspicio dellesponente della giunta, tuttavia, è che un mecenate possa valorizzare lo spazio, acquistandolo e poi aprendolo ad attività del museo. Da qui, la mobilitazione. Gianmario Maggi , coordinatore dei volontari del Tci a Milano, sostiene che nel museo cè stato un boom con una crescita esponenziale di turisti stranieri. Questa è una collezione che non ha confronti. Ma Tasca non fa per ora alcuna marcia indietro. Due i punti chiave del suo ragionamento: Non è vero che il Comune non investe in cultura. Milano spende per la cultura più delluno per cento delle sue entrate. Ma è il secondo punto che gli consente di tenere ben saldo il coltello dalla parte del manico: Limmobile costruito su progetto di Piero Portaluppi non fu un lascito. Il Comune lo acquistò per 250 milioni di lire nel 1974 dallingegnere Boschi prosegue Tasca ed ebbe in cambio la collezione con limpegno di mantenere lesposizione. E aggiunge: Perché assumere una posizione così privatistica? Il Comune è di tutti i cittadini. A priori non credo che la collettività debba rinunciare a 900 mila euro, ma non sono stato io a inserire nel piano di vendita quellappartamento al terzo piano. È stato chi mi ha preceduto. Io in questi due anni non ho accelerato la dismissione. E ora non escludo che ci possa essere un mecenate interessato. Il Comune è pronto al dialogo. Il viaggio nella Casa museo comincia dallingresso. Una chicca lascensore, i lampadari déco, come molti mobili dellarredo. Non cè un centimetro quadro libero sulle pareti. Dal corridoio con le tele di Severini e Boccioni alla sala del Novecento con le opere di Funi, Tozzi, Carrà. E il salotto interamente dedicato a Sironi. Con le sculture di Arturo Martini. E via con il Gruppo di Corrente. Ho scritto al sindaco e agli assessori dice lavvocato Ezio Antonini, presidente della Fondazione Boschi Di Stefano per sollecitare una presa di posizione. Se il Comune ha una opportunità di migliorare lesposizione perché farsi da parte? Dal 2014, quando lappartamento del terzo piano libero dallinquilino fu inserito nel fondo per lalienazione, ho scritto dodici lettere. Lintera palazzina, non solo le opere, è un patrimonio da salvaguardare.

La casa di Antonio Boschi e Marieda Di Stefano fu tappa di tutti gli artisti del Novecento. Senza la donazione oggi non ci sarebbe il Museo del Novecento precisa la dottoressa Maria Fratelli, direttrice delle Case museo milanesi, che sottolinea il ruolo educativo di luoghi come questo e va ricordato che i coniugi non compravamo per fare investimenti ma erano autentici mecenati, tutti gli artisti del Novecento sono passati dalla loro casa.




news

17-10-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 17 OTTOBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news