LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Dal Circo Massimo al Colosseo: turisti tra erba e sporcizia
Erica Dellapasqua
Corriere della Sera - Roma 17/7/2018

Quello pare fieno. Altissimo, tanto da superare il bimbo col cappellino rosso che si fa strada nuotandoci dentro. E pungente, quando i rovi si insinuano e diventano aggressivi. Ma qui siamo al Circo Massimo. Possibile? Purtroppo sì, è tutto vero. Quella laggiù quella sconfinata distesa di erbacce gialle infestate di plastica e mozziconi è proprio il parco-monumento forse più famoso di Roma, il Circo Massimo, potato solo a metà per il concerto di Roger Waters e così, adesso, il paesaggio è ancora più incredibile: di qua, lato Tevere, insomma dove era stato allestito il palco, situazione normale, erbetta sempre color autunno ma comunque corta, vivibile, calpestabile; e invece di là, lato Fao, fasci di fieno mossi dal vento, cespugli di spine e quel bimbo rosso spaesato che, a un certo punto, si incammina e sparisce.

È tutta così, Roma. I parchi di periferia, i giardini, gli spartitraffico, le aiuole, i marciapiedi. Tutto infestato da erba ed erbacce che il Comune non è più in grado di tagliare per tanti motivi. I limiti cronici del Servizio giardini, certo: con 200 giardinieri e 44 milioni di metri quadrati di verde 220 mila metri quadrati ciascuno, che assurdità è ovvio ritrovare la città in queste condizioni. E poi anche il pasticcio delle gare pubbliche - le prime dopo il terremoto di Mafia Capitale che proprio nel verde aveva concentrato i propri uomini - partite ormai ad aprile 2017 e ancora non aggiudicate: sarebbero due, una per la manutenzione orizzontale e laltra per la manutenzione verticale, in tutto 9 milioni che però specie dopo i rilievi dellAutorità anticorruzione sulla composizione delle commissioni giudicatrici aspettano ancora di essere spesi. Così eccola qua, Roma. Inghiottita dallerba. Non più solo in periferia, dove pure ci sono situazioni terribili e comiche come il parco di Monte Ciocci alla Balduina, una savana che si è mangiata giochi per i bimbi e panchine. Del resto, anche i due bandi sulla fienagione sfalcio coi trattori e poi intervento delle pecore sono andati deserti. Ma, appunto, il problema non è più solo della periferia. San Giovanni, per esempio. I giardini della basilica sono inavvicinabili, almeno senza scarponcini. Ci addentriamo e lerba sempre i rovi punge, fa male. Anche gli abusivi delle sciarpe si tengono alla larga. Qua è così da quando è finito il Giubileo raccontano dalla bancarella che, altra stranezza, è piazzata proprio allingresso della chiesa : i turisti lo notano. I turisti noteranno, forse, anche lo sfondo verde ma ben poco smagliante del Colosseo: altro fieno, altre cartacce, altri mozziconi. Via del Teatro Marcello: piante rampicanti e cantieri. Poi il Campidoglio, sì anche il Campidoglio, erbaccia proprio allingresso principale. E infine piazza Venezia con la sua Lupa: il muso, secco, ricurvo sullincuria.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news