LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

A Positano apre la raffinata Villa dellotium romano
Gabriele Bojano
Corriere del Mezzogiorno - Campania 18/7/2018

Ci sono voluti quindici anni di attesa, cadenzati da uno sfibrante stop and go , tra ritardi, burocrazie e mancanza di fondi, ma finalmente è fatta: oggi è un giorno storico per Positano, apre al pubblico la Villa Romana, uno dei più significativi spazi archeologici ipogei di età romana rinvenuti negli ultimi anni in Italia.

Posizionata al di sotto della chiesa di Santa Maria dellAssunta, nel suggestivo gioco di stratificazioni che contende al sovrastante convento benedettino, fu costruita alla fine del I secolo a.C. dallélite romana che aveva scelto le coste del Golfo di Napoli, della Penisola sorrentina e della Costiera amalfitana per edificarvi lussuose residenze in cui trascorrere lotium tra giardini e ricchi ambienti affrescati con spettacolari vedute sul paesaggio costiero. Le campagne di scavo della Sovrintendenza Abap di Salerno hanno portato alla luce opere di grande valore come una serie di medaglioni contenenti ritratti e scene mitologiche, tra cui la raffigurazione del centauro Chirone che impartisce lezioni di musica al giovane Achille; quadretti con nature morte e un paesaggio marino, con una baia attorniata da edifici porticati e da scogli.

Probabilmente appartenuta al liberto dellimperatore Claudio, Posides, da cui forse proviene il toponimo di Positano, la Villa Romana fu sepolta da una colata di fango e cenere ai tempi delleruzione del Vesuvio del 79 d.C.

Da oggi (inaugurazione alle 18) e fino al 31 luglio visite gratuite riservate ai residenti di Positano. Dal primo agosto, tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle 9 alle 21, la Villa Romana potrà invece essere visitata anche dai turisti. Il costo del biglietto dingresso è stato fissato in 15 euro.

Con la valorizzazione e la fruizione di questimportante sito archeologico scriviamo davvero una pagina di storia per la nostra comunità - si inorgoglisce il sindaco Michele De Lucia - che ci ripaga dalle peripezie affrontate negli ultimi quindici anni. E poi inizia a raccontare: Nel 2003 il Comune stipulò una convenzione con la Chiesa per iniziare gli scavi. Nel 2006 però i lavori sinterruppero perché terminò il primo blocco di fondi europei. Dopo alcuni anni fu avviata la seconda campagna di scavo, avvalendosi di altri 3 milioni e mezzo di fondi, che riuscì a portare a termine il restauro del primo pezzo di Villa, pari a circa 30 metri quadrati. Se non ci saranno nuovi intoppi, entro il 2019 dovrebbe essere concluso lo scavo e il restauro di altri 150 metri quadri, per i quali già cè la disponibilità di un finanziamento di 1,9 milioni di euro.



news

15-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news