LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Laffare del suolo pubblico: S. Marco, 2 mila euro lanno. E gli abusivi sono centinaia
Gloria Bertasi
Corriere del Veneto 18/7/2018

Il Comune incassa solo 5 milioni da banchetti, locali, mercati

MESTRE. Al Comune pagano poco più di 2 mila euro allanno per vendere souvenir a San Marco e sono gli unici ad arrivare a tanto. In Strada nova si paga molto meno: un banchetto extra-mercato paga un terzo, circa 700 euro... allanno.

Sono rimasti sconcertati ieri i consiglieri delle commissioni commercio e patrimonio, a sentire le cifre che incassa il Comune da banchetti e locali per loccupazione del suolo pubblico. In Strada nova, 691 euro lanno sono irrisori, ha commentato il fucsia Paolo Pellegrini, presidente della commissione Commercio.

Il costo di tavolini e sedie per bar e ristoranti è un po più salato, ma appare irrisorio soprattutto in quelle zone come Rialto e San Marco dove i potenziali clienti sono milioni di turisti. Nellarea più di pregio della città, piazza San Marco, i caffè storici pagano 600-700 euro lanno per ogni metro quadro di piazza occupato, cifra che scende tra i 300 e i 450 a Rialto, anche nelle aree affacciate sul Canal Grande. Nel resto della città, le tariffe sono ancora più basse: A San Giacomo dellOrio si pagano tra i 100 e i 150 euro lanno a metro quadro, ha spiegato il dirigente del Suap Francesco Bortoluzzi. Ragionare sul singolo metro quadrato non permette di capire quanto davvero versa un pubblico esercizio nelle casse comunali: in Erbaria i locali pagano sui 25 mila euro lanno, più o meno quando versano ogni mese per laffitto. A San Giacomo, si scende a 3 mila euro mentre in piazza San Marco il plateatico più grande in assoluto (quello della gelateria Todaro) spende 233 mila euro. Ieri, in Municipio a Mestre, le due commissioni erano riunite per discutere uninterpellanza di Rocco Fiano (Lista Casson) che chiedeva quanti esercenti hanno usufruito della possibilità di uno sconto sulla Cosap, stabilito nel bilancio per chi voleva rinunciare al plateatico per metà anno. Non è arrivata alcuna richiesta, la risposta dei tecnici. Più che rinunciare alla piazza per sei mesi, si moltiplicano le richieste. Continuano a spuntare tavolini in varie zone della città, allinizio contenuti poi si allargano - ha fatto notare Sara Visman (M5s) - abbiamo la mappatura dei pianini, non delle zone escluse e ci servirebbe per valutare se unattività è in regola. Ha chiesto Monica Sambo (Pd): Ma cè una mappatura di tutti i plateatici?.

Sì e no è la risposta. Escluse le aree di mercato, nel territorio comunale ci sono 1.400 occupazioni di suolo pubblico, di cui 1.200 in centro storico. Da tutti questi insieme a tutti i mercati il Comune incassa 5 milioni di euro lanno.

Nellambito dellapplicazione della direttiva Bolkestein, sono state riorganizzate 31 aree cittadine su 46, pari a 679 plateatici e in queste zone le nuove occupazioni sono solo 5. Sempre nellelenco delle 31 aree, 22 plateatici sono stati ritenuti non compatibili e saranno eliminati mentre dal 1 gennaio 55 diminuiranno di dimensioni. Sono già partiti i ricorsi - ha detto Bortoluzzi - in un caso, il Tar ci ha dato ragione. Per il resto della città, Suap e Venis stanno elaborando un portale georeferenziato per permettere a tutti, come per hotel e locazioni turistiche, di vedere dove e quante sono le occupazioni di suolo pubblico. Esistono decine di plateatici abusivi - ha detto lassessore al Patrimonio Renato Boraso - molti dei nuovi che incrociate potrebbero non essere in regola. Dal 2015 a oggi, nei controlli dei vigili sono stati trovati 185 plateatici che avevano occupato più suolo e 175 abusivi, in parte o del tutto. Sono soddisfatto delle risposte fornite allinterpellanza ma ci sono ancora approfondimenti da fare, ha sottolineato Fiano. Le commissioni torneranno a riunirsi, quello dei plateatici è un tema spinoso a Venezia e i consiglieri, in un accordo bipartisan, vogliono andare a fondo della questione e sapere il numero esatto di concessioni in vigore e che tipo di violazioni sono sanzionate.




news

23-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 agosto 2019

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news