LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Scovati in un magazzino i dipinti in fuga di Renoir e Rubens
Federico Berni
Corriere della Sera - Milano 21/7/2018

Le opere erano state sottratte a Monza. Il ladro si era finto un rabbino interessato a comprarle per 26 milioni

Le avevano nascoste in un magazzino nella provincia di Torino. Lontano da occhi indiscreti e ben conservate, probabilmente in attesa di trovare un compratore, un canale di ricettazione per piazzarle al mercato delle opere darte rubate. Ma prima di riuscire a monetizzare laffare sono arrivati i carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Monza agli ordini del maggiore Francesco Provenza che hanno recuperato i quadri, evitando che finissero in chissà quali mani.

Ora, il compito degli esperti è stabilire lautenticità dei dipinti, e di conseguenza le loro quotazione sul mercato. Uno, la Sacra famiglia di Pieetr Paul Rubens, è stato attribuito con certezza alla bottega del maestro fiammingo del Seicento. E già questo gli conferisce, comè logico e come assicurano gli investigatori, un grande valore. Ancora da valutare invece lorigine delle Fanciulle sul prato, forse opera del grande artista francese Pierre Auguste Renoir, uno dei padri fondatori del movimento impressionista nellOttocento.

La due tavole sono state al centro di un rocambolesco furto commesso nel capoluogo brianzolo ad aprile 2017, per il quale, un mese fa i Monuments men dellArma hanno effettuato cinque arresti. Da allora, linchiesta coordinata dal pm brianzolo Salvatore Bellomo ha fatto ulteriori passi in avanti, con il ritrovamento delle tele, e con liscrizione nel registro degli indagati di un altro personaggio, un 30enne austriaco residente in provincia di Milano, accusato di essere colui che materialmente si è impossessato dei quadri per soffiarli a un mercante darte titolare di due gallerie, in Sardegna e a Londra in Inghilterra, al culmine di una sceneggiata degna di un film daltri tempi.

Il protagonista assoluto di questa messinscena, come riportano le carte, era il sedicente diplomatico rabbino Samuel Abraham Lewy Graham, con passaporto israeliano. In realtà si trattava di Nenad Jovanovic, croato di Trezzano sul Naviglio, già affidato ai servizi sociali per via dei suoi trascorsi giudiziari. Luomo, attraverso una serie di mediatori complici, si è messo in contatto con il gallerista dicendosi interessato allacquisto di pezzi darte e diamanti, e, secondo quanto denunciato, accordandosi per lacquisto del Rubens e del Renoir per la bellezza di 26 milioni di euro. Fissato lappuntamento finale presso una villa di Monza che ospita al piano terra gli uffici del consolato albanese (estraneo alla vicenda), il rabbino, accompagnato da un aiutante che si faceva chiamare David (in realtà laustriaco 30enne), con la scusa di offrire un caffè al venditore, hanno approfittato di un momento di distrazione per caricare i quadri in macchina e scappare.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news