LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, Nazionale. Quei corridoi sempre più vuoti. E ogni giorno 200 nuovi libri
Giulio Gori
Corriere Fiorentino 26/7/2018

Nel dietro le quinte della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, cè un grande e curioso apparecchio metallico. È la posta pneumatica, la inaugurarono nel 1935, serviva a inserire le schede che viaggiavano da un piano allaltro, con gli ordini dei libri prenotati dagli utenti. Dal 66, dallAlluvione, non funziona più. E anche se funzionasse, a cosa servirebbe? dicono i dipendenti Siamo così pochi che dallaltra parte dei tubi non ci sarebbe nessuno a prendere le schede. Oggi le schede vengono ritirate a mano dai pochi rimasti, che camminano lungo 140 chilometri di libri in cerca del volume richiesto. Almeno si fa ginnastica, dicono amari i dipendenti. Del resto, non cè solo da trovare il libro e portarlo al bancone. Ogni giorno, arrivano in media duecento volumi freschi di stampa da catalogare, ogni anno sono più di 70 mila: la Nazionale fa da deposito legale, tutto quello che viene pubblicato in Italia per legge deve essere recapitato qui. Quindi la Nazionale cresce. Tanto che, presto, lemeroteca e la sala periodici si sposteranno in un ex caserma di via Tripoli, in cui ora fervono i lavori. Dietro le quinte della Nazionale, poi, si fanno anche le esercitazioni contro lalluvione: prima si bagnano i libri (i doppioni di nessun valore), poi a seconda del tipo di carta si congelano o si riempiono di fogli assorbenti. Davanti al bancone, invece, gli utenti sono costretti a portare pazienza. Alla Nazionale non ci sono ritardi rispetto ai tempi garantiti, sono i tempi garantiti ad adeguarsi al regime ridotto dei dipendenti. Così, in questi giorni in cui non cè il pienone delle settimane con gli esami universitari, è stato sospeso il servizio del prestito, i libri si ritirano per la consultazione e possono essere portati solo in sala lettura. Non fuori, non a casa. Il motivo è che cè da fare la revisione di cosa è rientrato e cosa manca. Insomma, i pochi lavoratori non si possono sdoppiare. Dal primo di agosto il prestito tornerà, ma solo la mattina. E dal 6 agosto, per due settimane, niente consultazione, la sala lettura resterà chiusa: Alla Nazionale si trova tutto, ma è lultima biblioteca in cui si viene a cercare un libro: prima si guarda a quelle dellUniversità, poi alle altre in città, qui si viene solo se un titolo non è da nessunaltra parte, perché è tutto così complicato che per averlo ci vuole il doppio, il triplo del tempo..., dice una studentessa di filosofia. Persino entrare alla Biblioteca a volte diventa complicato: ieri a mezzogiorno, chi era senza tessera si è sentito dire che il sistema (per il rilascio del pass, ndr ) è bloccato, provi a tornare dopo le due e mezzo, forse si sblocca. Mentre la sala periodici è semivuota, in sala lettura ci sono quaranta giovani. Una ragazza confessa che avrebbe preferito che ci fosse il prestito per poter studiare a casa, ma alla fine qui è un po più scomodo perché mi tocca uscire per fumare, ma almeno cè laria condizionata.

Alle ore della consegna, in certi casi tra luna e laltra passa unora e mezzo, complici i tanti studenti al mare o tornati a casa dalle famiglie, non si fa coda, non ci sono sgomitate. La Nazionale, piuttosto, inquieta con i molti corridoi in penombra, è ancora in piedi parte dellallestimento di una mostra finita l8 luglio. Del resto, il casiere, vista la carenza di personale, anche ieri era impegnato al servizio allingresso. Negli ultimi anni, se i dipendenti sono calati, la struttura ha invece ricevuto finanziamenti con cui è stato migliorato limpianto di condizionamento, riparato il tetto. Ma, nel pubblico, i tempi per fare un appalto sono lunghi. E allesterno, la Biblioteca Nazionale, è in pessime condizioni: non solo per il cornicione ingabbiato sopra la grande facciata, ma anche per le aiuole che corrono lungo corso Tintori, in cui, tra erbacce alte e vecchi condizionatori, sembra di essere in una piccola discarica.




news

23-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 agosto 2019

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news