LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - Lo scandalo dellindifferenza per lopera di Alvaro Panichi
di Manolo Morandini
26 luglio 2018 IL TIRRENO



San Vincenzo, alla denuncia di Salvatore Settis segue limpegno a rimediare Comune e Ferrovie: Spostata per i lavori sarà ricollocata al suo posto



Nellindifferenza generale, versa in condizioni di pietoso abbandono da mesi. La scultura I Ferrovieri italiani nella Resistenza di Alvaro Panichi non è messa bene. E serve locchio esterno e sensibile di Salvatore Settis, archeologo e storico dellarte italiano di fama e curriculum internazionali, perché ci si accorga dello scempio. In questi mesi di cantieri di ristrutturazione della stazione ferroviaria sono state fatte cose di dubbio gusto.

Lopera è stata smontata e ammassata in un angolo. Ragioni di cantiere. Sarà, ma è finita senza alcuna cura tra il casotto per le fototessera e un totem informativo. Anzi, ignoti si sono sentiti autorizzati a trasformarla in appiglio sicuro a cui assicurare, con tanto di catena, la propria bicicletta. Nessuno ha sollevato questioni. Anche in occasione dellinaugurazione della rinnovata passerella pedonale, il 30 aprile. Eppure, il percorso che collega via Aurelia Nord con via della Stazione passa proprio dovè lopera di Panichi.

La scultura è stata smontata e spostata per i lavori di riqualificazione della stazione dicono da Rfi . Chiuso il cantiere verrà riposizionata nel suo spazio originario. Che sia il problema di sempre? Non si capisce cosa è opera darte e cosa non lo è. Fortuna vuole che è in ferro robusto. Insomma, è difficile farle tanto male, dice Alessandro Panichi, figlio dello scultore ferroviere Alvaro. Che aggiunge: È evidente che è stata trattata in modo non corretto. Mi auguro che venga ricollocata nella sua posizione, che fu scelta negli anni Novanta in accordo con il Comune e le Ferrovie.

Non cè niente di eclatante. E non è una questione di gusto. In quellopera ci sono fissate la passione e la vita di un uomo. Quella del signor Alvaro, ex capostazione a Piombino, Portovecchio e successivamente titolare della stazione di Populonia. Entrato nellallora Genio ferrovieri a 18 anni in unItalia devastata dalla Seconda guerra mondiale. E figlio di un antifascista. Lopera è alla memoria delle persone semplici afferma Alessandro Panichi . Di quei Ferrovieri che a modo loro hanno partecipato alla Resistenza. Per lui quellopera è il suo omaggio a una pagina di storia e a tante persone che come lui sono stati parte del Genio ferrovieri.

È tutto un po confuso a San Vincenzo. E chi vive qua o transita in questo slargo a ridosso dei binari il problema non se lo pone. Ci si è adattato. Qui davvero il transitorio il cantiere è diventato definitivo. La misura la restituiscono da dietro il bancone del bar La Stazione: A nostra memoria nessuno ci ha mai chiesto informazioni su quella scultura.

Resa invisibile dallindifferenza. Accantonata nellincuria. Solenne limpegno del sindaco di San Vincenzo Alessandro Bandini. È stata spostata per i lavori, ma deve riavere la sua giusta collocazione dice . Mi farò carico di chiedere a Rfi che le siano restituite la giusta dignità e rilievo.
Il dito puntato di Settis qualcosa ha smosso. La figuraccia ormai cè stata. Ma alcuni operai della ditta che sta curando la ristrutturazione della stazione, a pomeriggio inoltrato del 25 luglio, avrebbero posato gli occhi sulla scultura e valutato dove ricollocarla.



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news