LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MASSA - Villette storiche a rischio scomparsa Italia Nostra chiede di cambiare le regole
21 luglio 2018 IL TIRRENO



Un censimento di edifici di notevole valore architettonico non riconosciuto riapre il dibattito sul Regolamento di C.F.


massa. Attenzione, cè un tesoretto di edifici storici, villette e palazzi, che rischia di scomparire. Case dei primi del Novecento ( o anche più recenti) che hanno un valore storico-architettonico rilevante, un valore che però le norme urbanistiche non riconoscono. Prevedendo, al contrario, che quegli edifici possano essere anche demoliti per ricostruirci nuovi immobili. È questo lallarme che Italia Nostra lancia con un dossier inviato al sindaco Francesco Persiani, alla Soprintendenza e alla Regione Toscana dove in questi giorni dovrebbe iniziare lesame della compatibilità del nuovo Regolamento urbanistico alle norme paesaggistiche regionali.

il censimento di italia nostra. Italia Nostra ha realizzato un vero e proprio censimento delle ville da salvare nellarea delimitat dal Viale Stazione-Via Poggioletto-Via Marina Vecchia. Lo ha fatto spiega il presidente Bruno Giampaoli con una ricognizione sul campo e con una comparazione fra la cartografia storica consultabile sul sito internet della Regione Toscana Geoscopio, e la cartografia del quadro conoscitivo del Piano Strutturale, di supporto al Regolamento urbanistico e, ancora con la cartografia/disciplina tecnica proposta nel Ru adottato nel 2015. Ebbene, secondo lassociazione ambientalista emergono carenze nel quadro conoscitivo in merito al puntuale riconoscimento del patrimonio storico-architettonico o storico-testimoniale degli edifici isolati e, di conseguenza, della loro mancata tutela da parte del regolamento urbanistico che il Comune di Massa ha in corso di approvazione e di cui si attendono gli esiti della conferenza paesaggistica. In particolare. Italia Nostra rileva una carenza nello studio del Quadro conoscitivo nel quale sono stati completamente omessi gli edifici isolati costruiti nel periodo storico 1910-1945 e una non corretta identificazione degli immobili storici ante 1910.

rischio demolizione. Il mancato riconoscimento di questo patrimonio storico architettonico, sempre secondo Italia Nostra, ha potenziali effetti devastanti Secondo la normativa urbanistica questi edific rientrano in una categoria di intervento urbanistico ed edilizio che consentirà la loro totale demolizione e ricostruzione, la modifica della sagoma e lampliamento fino al 20% della superficie.

LAPPELLO. Chiediamo pertanto che in sede di conferenza paesaggistica il Ministero dei Beni Culturali e la
Regione Toscana si facciano carico del problema della tutela di tutto il patrimonio storico-architettonico e di valore documentario sparso e isolato e che chieda al Comune, prima della definitiva approvazione del regolamento urbanistico, è lappello di Italia Nostra. C.F..



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news