LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Elettrodotto, si alleggeriscono gli obblighi su Maggiano
24 luglio 2018 IL TIRRENO



Cambia una delle prescrizioni imposte dal ministero dellambiente a Terna che dovrà monitorare ma non avrà lobbligo di presentare un progetto di L.C.



LUCCA. Si allentano i paletti messi dal ministero dellambiente a Terna per labitato di Maggiano. Sono state infatti modificate alcune delle prescrizioni previste nel parere sulla valutazione di impatto ambientale dellelettrodotto nellOltreserchio. Un passaggio arrivato dopo le osservazioni di Terna alla prima versione del documento, pubblicato nel marzo scorso. E, in particolare, lattenzione della società che gestisce la rete di trasmissione nazionale si è qppuntata sulla prescrizione numero 14. Che partiva dalla considerazione che lalternativa indicata non prevedeva più labbattimento di una dozzina di tralicci nella zona di Maggiano e obbligava quindi Terna a elaborare e presentare uno studio di dettaglio (prima dellavvio dei lavori, ndr) che indichi le soluzioni proposte per ridurre i livelli di esposizione e a considerare anche interventi di abbattimento del campo magnetico in tempo reale tali da assicurare labbattimento significativo dei valori attualmente registrati, con lobiettivo di rientrrare nei limiti dei 3 microtesla.

Terna ha deciso di ricorrere contro questa imposizione. E ha ricordato che il valore da considerare per una linea vecchia, come quella di Maggiano sono i 10 microtesla previsti nel decreto del 2003, mentre i 3 microtesla si riferiscono agli obiettivi di qualità per i nuovi elettrodotti. La società ha anche presentato i risultati del monitoraggio dellelettrodotto portato avanti da Arpat che evidenziano che il valore di 10 microtesla non viene mai superato.

Nella sua risposta il ministero dellambiente ricorda da una parte che la prescrizione non è in contrasto con la normativa di riferimento e deve essere intesa come ulteriore approfondimento per migliorare il progetto. Dallaltra, però, riportando proprio i dati delle rilevazioni di Arpat, ammorbidisce la prescrizione. E così viene fatto obbligo a Terna semplicemente di effettuare un monitoraggio dei livelli di esposizione dei campi elettrici e magnetici e solo in caso del superamento dei 10 microtesla Terna dovrà adottare misure tali da riportare il valore di esposizione a non superare questa soglia. Terna dovrà poi studiare soluzioni di mitigazione nellabitato di Maggiano.

Da parte sua, lazienda fa sapere che considera queste previsioni una ulteriore garanzia per gli abitanti di Maggiano e ribadisce la posizione secondo la quale il collegamento fra la rete locale e la linea ad altissima tensione La Spezia-Acciaiolo è necessario per garantire la stabilità della fornitura di elettricità a Lucca. Detto questo, tutti rimangono in attesa delle decisioni del Governo: se il ministero dellambiente ha infatti dato parere
positivo (seppur con le prescrizioni), quello dei beni culturali ha ribadito la contrarietà già espressa dalle varie Soprintendenze locali. E così la palla, alla fine, è planata sul tavolo del nuovo esecutivo che però, al momento, non ha ancora esaminato la questione.

L.C..



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news