LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cento progetti per rilanciare Venezia
Gloria Bertasi
Corriere del Veneto 27/7/2018

Il piano degli interventi in centro storico e terraferma: 800 milioni di investimenti

VENEZIA. Capannoni abbandonati da trasformare in case, fattorie didattiche, campeggi con bungalow e nuove torri. Sono stati 587 i progetti arrivati in Comune a Venezia dopo che un paio danni fa il sindaco Luigi Brugnaro aveva lanciato lappello agli imprenditori a farsi avanti: di questi, 110 sono in fase più avanzata, per un totale di circa 800 milioni di investimenti, che potrebbero dare lavoro a 1350 persone. Ma non ci saranno cambi duso, assicura Brugnaro.

VENEZIA Cè la condotta per i rifiuti di Veritas nel retro della Giudecca (un sistema di tubi sotterranei che con la pressione spinge le immondizie in una centrale di raccolta). Ma ci sono anche capannoni abbandonati da trasformare in case o il rimessaggio di barche a Campalto, una fattoria didattica a SantErasmo, campeggi con bungalow al Lido e, a Mestre, due torri (una residenziale in via Forte Marghera e laltra al parcheggio Touring in stazione). Centodieci progetti (e opere) che valgono 800 milioni di euro e che potrebbero dare lavoro a 1.350 persone. Se avete investimenti, fatevi avanti, aveva detto il sindaco ormai due anni fa e lappello non è rimasto lettera morta.

Sono stati presentati 587 proposte per il Piano degli interventi, il documento che traduce in opere e cantieri quanto previsto dal Piano di assetto del territorio (Pat). Gli uffici hanno studiato ogni singola proposta e, alla fine, ne hanno selezionate 110, quelle con uno stadio progettuale più avanzato. Gli altri 477 progetti, per ora, sono stati accantonati e suddivisi in gruppi: 60 sono attuabili con ulteriori approfondimenti, 138 implicano cambiamenti nei regolamenti comunali, 115 sono stati ritenuti non procedibili, 25 sono finiti nella categoria altre proposte e 75 sotto la dicitura idee.

Ieri la giunta ha approvato il primo Piano degli interventi del Comune: I 110 progetti ora possono andare avanti con i disegni esecutivi ha spiegato Luigi Brugnaro ciascuno sarà approfondito, prima in giunta, poi in Consiglio e tutto quello approvato prima della decadenza del sindaco, resterà approvato anche dopo. Le proposte non prioritarie, non finiranno nel dimenticatoio, i proponenti possono elaborarle meglio e presentarle di nuovo. Non daremo cambiali in bianco ha sottolineato il sindaco non accorderemo cambi duso. I promossi adesso devono elaborare i progetti esecutivi e una volta ottenuti tutti i via libera, compresi quelli di commissione di Salvaguardia e Soprintendenza, potranno aprire i cantieri.

Tra i progetti cè il restyling della darsena di Campalto dei fratelli Marchi, il recupero delle remiere alla Giudecca, un bicipark con bar e possibilità di noleggio a Mestre, piccole edificazioni di famiglia a fianco di interventi che potrebbero contribuire al cambiamento dello skyline della terraferma, come le torri di via Forte Marghera e al parcheggio Touring. Si sblocca così la città ha continuato Brugnaro Questi investimenti privati sono preziosi. Se tutti andassero in porto, verrebbero spesi 800 milioni di euro, mentre gli oneri primari arriverebbero a 8,4 milioni, 7,4 i secondari, 7 i contributi per la costruzione. Il beneficio pubblico per il Comune comprenderebbe 7,2 milioni di euro in contanti, 38 milioni in opere e 15 in cessione di beni. È un nuovo modo di fare urbanistica ha commentato lassessore allUrbanistica Massimiliano De Martin Lo scopo è dare anima e vitalità al tessuto urbano, quando ci siamo insediati abbiamo trovato un territorio rassegnato, convinto che non si potesse fare nulla. I numeri dei progetti, invece, mostrano che cè una certa vivacità e se per Venezia non sono stati presentati progetti ma 14 idee, per le isole ci sono molte proposte: 78 tra Lido e Pellestrina, 50 tra Vignole e SantErasmo. Dopo lestate, partirà una seconda fase del Piano tutto focalizzato sulla residenza per giovani e famiglie con processo di partecipazione dei cittadini. Destineremo una quota di aree per la casa ha concluso il sindaco agevoleremo migliorie alle abitazioni esistenti, il riuso di capannoni e non per funzioni turistico ricettive.




news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news