LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Varedo. Casa Borsani si svela
Chiara Vanzetto
Corriere della Sera - Milano 28/7/2018

La splendida villa di famiglia progettata dallarchitetto negli anni 40 a Varedo apre le porte al pubblico

Chi era Osvaldo Borsani? Un grande architetto, designer e imprenditore, brianzolo di Varedo, 1911-1985: un pioniere del buon rapporto tra progetto e industria, nel momento storico in cui coincisero boom economico, progresso tecnologico e fioritura artistica. Il suo nome è meno conosciuto rispetto ai progettisti lombardi coevi, forse a causa della proverbiale riservatezza, forse per limpegno costante sul lavoro: aveva ereditato la ditta di famiglia, lAtelier ABV (Arredi Borsani Varedo), e con il fratello gemello Fulgenzio aveva fondato nel 1953 la Tecno, a tuttoggi marchio deccellenza nel settore mobili da ufficio. A colmare la lacuna è in allestimento fino al 16 settembre in Triennale la prima retrospettiva sul suo lavoro: in mostra 300 pezzi tra arredi, suppellettili, foto, schizzi e progetti, a cura di Norman Foster e Tommaso Fantoni, nipote dellartista: Ricordo il nonno che disegnava sempre, sapeva tracciare le prospettive al contrario per i clienti seduti davanti a lui. Aveva una mano straordinaria.

LArchivio Storico Osvaldo Borsani, da cui provengono i materiali esposti, si trova a Varedo presso lomonima villa privata di famiglia, progettata da Borsani tra 1943 e 45 e normalmente chiusa al pubblico: in occasione della mostra ha aperto le porte in via eccezionale per una serie di visite culturali con i volontari del Fai di Monza (vedi note a fianco). Un edificio che è un piccolo gioiello, paragonato alla casa museo Necchi Campiglio. Una dimora borghese intatta in ogni sua parte, con una dimensione e unorganizzazione familiari prosegue Fantoni dove al razionalismo della struttura architettonica dellesterno corrisponde un grande ricchezza degli ambienti interni, colmi di dettagli preziosi. Dunque una casa pratica, fatta per vivere, ma bellissima: nulla è affidato al caso, tutto sembra spontaneamente e perfettamente al proprio posto. In questo senso labitazione è una chiave per capire il metodo Borsani, valido in una scala che va dal grande al piccolo: massima funzionalità, attenzione alla qualità e ai materiali, impegno estetico, minuziosa cura del particolare nellinsieme.

In giardino le forme esterne si stagliano rigorose ed essenziali in un incontro di linee rette, ma varcata la soglia la severità si scioglie, ci si perde in unatmosfera daltri tempi sofisticata ed elegante. La scala è in marmo rosa di Candoglia, lo stesso del nostro Duomo, i pavimenti ancora in marmo con disegno a onde, oppure in parquet con griglia a losanghe. Al mobilio, spesso su disegno dello stesso Borsani, si accompagnano opere darte, sculture, dipinti: larchitetto amava infatti collaborare con giovani artisti dellepoca a cui chiedeva di realizzare fregi o decori integrati agli ambienti. Non a caso qui il camino si riveste con un lavoro in ceramica di Lucio Fontana, mentre il mosaico del bagno ha un disegno a fiori appositamente creato da Adriano Spilimbergo. Un complesso unico, tra gusto moderno e tracce Déco, innovativa produzione in serie e sapienza della tradizione artigiana.



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news