LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Mestre. M9, sostenibile e camaleonte, ma costerà 4 milioni allanno
Monica Zicchiero
Corriere del Veneto 28/7/2018

Piano con 200 mila visitatori, metà negozi già affittati. Nuova governance

MESTRE. Alla prima visita al cantiere in frenetico allestimento il nuovo direttore dellM9 Marco Biscione racconta di essere rimasto impressionato dalla qualità architettonica e funzionale degli spazi progettati dallo studio Sauerbach-Hutton. Ma prima ancora di mettere piede a Mestre, lex direttore del Museo di Arte Orientale di Torino racconta di aver deciso di candidarsi a guidarlo per leccezionalità del progetto di museo della storia del 900: Unico museo multimediale in Italia, unico concentrato sulla contemporaneità e sul futuro e per la prima volta nato per essere volano di riqualificazione urbana e di sviluppo economico, spiega. Lo aspetta Un compito impegnativo, mette subito in chiaro. Quanto impegnativo lo dice Giampietro Brunello, il presidente della Fondazione di Venezia che ha investito 110 milioni di euro nel progetto (Non un euro in più del previsto, dico con soddisfazione) e che ieri ha presentato Biscione, scelto tra 118 candidati.

Per funzionare, la macchina M9 avrà bisogno di 4 milioni di euro lanno e lobiettivo della Fondazione è la sostenibilità: il progetto dovrà mantenersi da solo, in parte col ricavato dellaffitto dei negozi del Retail Centre, in parte con lintroito dei biglietti: Saremo da dieci e lode se nel 2019 avremo 200 mila visitatori. I negozi, intanto: un terzo delle aree sono state affittate con contratto formale per quasi la totalità ci sono trattative in essere. Il Venezia calcio avrà una sede (quella presentata ieri è temporanea) e un intero piano è prenotato da una sorta di incubatore di imprese. La scommessa più grande è sul pubblico perché un museo senza collezione, senza cose da mettere in teca, per quanto coinvolgente e stupefacente grazie alla multimedialità interattiva, 3d e intelligente, alla fine rischia leffetto assuefazione: visto una volta, non ci si ritorna. Ma Brunello ha un piano. Anzi, il piano, perché il presidente di Fondazione da ieri pomeriggio è il dominus e primo responsabile della riuscita del progetto M9: dal notaio è stata infatti costituita la nuova fondazione che gestirà la parte museale, si chiama Fondazione M9 Museo del 900 e ha una governance essenziale: Brunello presidente, consiglieri la vicepresidente del Cda di Fondazione Venezia Maria Leddi Maiola e Valerio Zingarelli, ad di Polyminia (che a sua volta cambierà nome: si chiamerà M9 Distretto e si occuperà della gestione degli spazi commerciali). Il nuovo organismo farà quello che avrebbe dovuto fare Fondazione Venezia 2000 per M9 di Giuliano Segre (estromessa da Brunello lo scorso anno) e sancisce la presa diretta, per così dire, di Fondazione sulla gestione di M9. Il presidente detta le linee guida per il direttore: Due mostre temporanee allanno al terzo piano. E lallestimento museale con le otto aree tematiche sarà un lavoro in divenire, che si aggiornerà ogni sei mesi per parlare del futuro: scienza, tecnologia, innovazioni delle imprese. Grazie anche sterminato database di foto e immagini acquisiti da 80 tra i più grandi archivi italiani, da Teche Rai ad Alinari, da Fiat a Luxottica.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news