LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Stati generali della montagna. Gilmozzi: difendere chi la abita
Erica Ferro - Anna Saccoccio
Corriere del Trentino 31/7/2018

Trento e Bolzano aprono a Stefani. Gilmozzi: Più infrastrutture. Mussner : Occorre un piano comune

Lannuncio del ministro delle autonomie Erika Stefani di organizzare gli stati generali della montagna a settembre è stato accolto con favore da parte di entrambe le province di Trento e Bolzano. Da Trento si auspicano più investimenti strutturali in diversi ambiti per tenere vive le zone montane, da considerare luoghi di vita e non solo mete turistiche. Da Bolzano la speranza è che gli stati Generali siano unopportunità per lanciare un piano comune interprovinciale e interregionale per la montagna che non si limiti a una cooperazione una tantum tra due territori. La Sat, invece, richiama lattenzione sulla necessità di tenere conto delle differenze soprattutto sulle emergenze paesaggistiche.

TRENTO. Lannuncio del ministro delle autonomie Erika Stefani di organizzare gli stati generali della montagna a settembre è stato accolto con favore da parte di entrambe le province di Trento e Bolzano.

Da Trento si auspicano più investimenti strutturali in diversi ambiti per tenere vive le zone montane, da considerare luoghi di vita e non solo mete turistiche. Da Bolzano la speranza è che gli stati Generali siano unopportunità per lanciare un piano comune interprovinciale e interregionale per la montagna che non si limiti a una cooperazione una tantum tra due territori.

Lobiettivo degli stati generali della montagna è quello di avviare dei tavoli di discussione in cui tutti coloro che si occupano di questo tema potranno essere ascoltati e trovare un accordo.

Il suo assessorato, fa sapere Mauro Gilmozzi, titolare dellambiente in Provincia di Trento, non è ancora stato contattato, ma agli Stati generali della montagna guarda già con favore: La montagna merita lattenzione nazionale e anche europea sostiene.

A corollario, tre o quattro precisazioni: La priorità deve essere una montagna abitata, a difesa e tutela del territorio osserva lassessore. Perché precisa i monti non sono solo luoghi di straordinaria bellezza e giacimenti di risorse naturali, ma sono uno spazio di vita.

Vien da sé che per abitarci occorre trovarvi lavoro e qualità della vita, sulla base di standard competitivi con altre aree urbanizzate. Ecco allora che a rendersi necessari sono investimenti strutturali spiega Gilmozzi ma anche in conoscenza, formazione, innovazione tecnologica, nel turismo, nellagricoltura di montagna, nellartigianato e nellindustria di nicchia, nei servizi alla persona e nelle attività culturali. Ma soprattutto è decisiva una rete di servizi in campo scolastico, sanitario, pubblici in generale.Per Gilmozzi, inoltre, in un territorio alpino la città è centrifuga, decentra i servizi, costruisce reti e forme di cooperazione diffusa: nelle regioni a statuto speciale in cui si applica questo modello la montagna è ancora vissuta e popolata. Infine, lautonomia: È importante promuoverla come forma di governo dei territori di montagna, anche oltre i confini delle province a statuto speciale conclude in questo senso servono competenze ed eque risorse finanziarie, adatte a interpretare la diversità del territorio montano.

Riguardo agli stati generali della montagna a Bolzano cè molto entusiasmo e attesa.

Trovo che sia estremamente positivo organizzare eventi del genere per confrontarsi e trovare insieme i modi migliori per risolvere i problemi esistenti, dichiara Florian Mussner, assessore alla cultura ladina, al patrimonio e alla mobilità.

Per Mussner le regioni di montagna necessitano di una visione globale. Ci vuole un piano comune, che sia interprovinciale e interregionale . Se si avanza insieme si è più forti. Le Dolomiti sono Patrimonio dellUmanità: questo è unonore, ma deve tradursi in un maggiore impegno. Partendo da quello che stiamo già facendo spiega dobbiamo sforzarci di aumentare al cooperazione e le strategie comuni. La collaborazione deve andare al di là di alcuni interventi puntuali, come quello del Passo Sella. Se deve pensare a interventi mirati per lAlto Adige Mussner spera che in futuro venga migliorata ancora la mobilità in montagna: Più funivie, con forme di energia alternativa e sostenibile e prezzi ridotti




news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news