LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Trentino Alto Adige. Tutela e ambiente, temi dimenticati. Il dialogo tenga conto delle differenze
Erica Ferro - Raffaele Puglia
Corriere del Trentino 31/7/2018

Sat e Alpenverein promuovono il progetto romano. Facchini: le emergenze sono tante

TRENTO. Riflettere sulla montagna a livello nazionale? È indubbio ce ne sia bisogno. Anna Facchini, presidente della Sat, degli Stati generali lanciati dalla ministra ancora non ha sentito parlare: Le emergenze paesaggistiche sono molte, ben venga un tavolo dove far emergere le differenze osserva. Anche se i problemi comuni non mancano: Penso alla risorsa acqua o a quale modello di sviluppo per il territorio montano possa essere sostenibile. Ambiente e tutela, tuttavia, secondo Facchini sono parole sempre meno presenti nelle agende dei politici, nazionali e locali: Su quale modello di sviluppo puntare? È una domanda che non si pone nessuno lamenta la presidente un qualsiasi politico che voglia governare questo territorio dovrebbe chiedersi se sia sostenibile continuare a puntare su uneconomia invernale che vede nello sci alpino il suo asse portante. Ci sono zone di eccellenza in Trentino nelle quali è opportuno investire in qualità, ma altre in cui il turismo invernale può essere legato a forme diverse di fruizione. E lo stesso vale per lestate: Se prosegue questo caldo molti rifugi avranno problemi con lapprovvigionamento idrico evidenzia Facchini. Insomma, un tema cardine rimane la riflessione su quale sia il tipo di frequentazione della montagna che si vuole perseguire. Concorda con Simone Moro, inoltre, nel sostenere che nelle scelte che riguardano la montagna sia necessario coinvolgere chi la abita (Corriere del Trentino di domenica). Ma in provincia gli strumenti partecipativi non mancano, si pensi a tutti i tavoli che sono stati fatti quando sono stati presentati i piani parco ricorda Facchini mi sembra un po demagogica, invece, la posizione di Moro sulla chiusura dei passi: anche in questo caso credo che le valli e le amministrazioni interessate siano state allertate e informate per tempo. La Sat, inoltre, già nel 2013 aveva pubblicato un documento sui grandi carnivori proponendo, senza timore, di studiare dei metodi per la gestione degli esemplari problematici.

E lannuncio della ministra viene accolto con grande soddisfazione anche dagli operatori altoatesini. Per Georg Simeoni, presidente di Alpenverein Südtirol, liniziativa rappresenta unottima opportunità per portare ai massimi livelli istituzionali quelle che sono le istanze e le necessità dei rilievi altoatesini.

Come nota però il presidente, cè una grande differenza tra quelle che sono le esigenze della montagna che noi abbiamo qua e quella che ci sono nel resto dItalia. Nel resto dItalia il territorio montano è spesso abbandonato, lì posso immaginare ci saranno richieste molto forti.

Che in Alto Adige venga prestata grande attenzione alla montagna è dimostrato anche dal fatto che il turismo alpino rappresenta uno dei maggiori indotti economici della Provincia. La montagna è quindi un vero punto di forza dal quale dipendono buona parte dei settori delleconomia altoatesina. E proprio questo fattore per il presidente di Alpenverein se non adeguatamente regolato può diventare un problema: Qui abbiamo altre problematiche rispetto al resto dItalia prosegue il presidente di Alpenverein . Abbiamo innanzitutto una presenza di turismo probabilmente troppo grande che bisognerebbe cercare di regolare e diminuire. Penso specialmente al turismo in bicicletta. La questione più importante è poi la tutela dellambiente, una cosa fondamentale dalla quale dipende ogni altra mossa. Ci sono poi casi in cui cè chi vede la montagna solo come un modo per fare soldi e in questi casi può capitare che il rispetto per la natura sia ridotto. In Alto Adige questo aspetto è marcato, conclude.




news

26-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 giugno 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news