LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Trentino Alto Adige. Tutela e ambiente, temi dimenticati. Il dialogo tenga conto delle differenze
Erica Ferro - Raffaele Puglia
Corriere del Trentino 31/7/2018

Sat e Alpenverein promuovono il progetto romano. Facchini: le emergenze sono tante

TRENTO. Riflettere sulla montagna a livello nazionale? È indubbio ce ne sia bisogno. Anna Facchini, presidente della Sat, degli Stati generali lanciati dalla ministra ancora non ha sentito parlare: Le emergenze paesaggistiche sono molte, ben venga un tavolo dove far emergere le differenze osserva. Anche se i problemi comuni non mancano: Penso alla risorsa acqua o a quale modello di sviluppo per il territorio montano possa essere sostenibile. Ambiente e tutela, tuttavia, secondo Facchini sono parole sempre meno presenti nelle agende dei politici, nazionali e locali: Su quale modello di sviluppo puntare? È una domanda che non si pone nessuno lamenta la presidente un qualsiasi politico che voglia governare questo territorio dovrebbe chiedersi se sia sostenibile continuare a puntare su uneconomia invernale che vede nello sci alpino il suo asse portante. Ci sono zone di eccellenza in Trentino nelle quali è opportuno investire in qualità, ma altre in cui il turismo invernale può essere legato a forme diverse di fruizione. E lo stesso vale per lestate: Se prosegue questo caldo molti rifugi avranno problemi con lapprovvigionamento idrico evidenzia Facchini. Insomma, un tema cardine rimane la riflessione su quale sia il tipo di frequentazione della montagna che si vuole perseguire. Concorda con Simone Moro, inoltre, nel sostenere che nelle scelte che riguardano la montagna sia necessario coinvolgere chi la abita (Corriere del Trentino di domenica). Ma in provincia gli strumenti partecipativi non mancano, si pensi a tutti i tavoli che sono stati fatti quando sono stati presentati i piani parco ricorda Facchini mi sembra un po demagogica, invece, la posizione di Moro sulla chiusura dei passi: anche in questo caso credo che le valli e le amministrazioni interessate siano state allertate e informate per tempo. La Sat, inoltre, già nel 2013 aveva pubblicato un documento sui grandi carnivori proponendo, senza timore, di studiare dei metodi per la gestione degli esemplari problematici.

E lannuncio della ministra viene accolto con grande soddisfazione anche dagli operatori altoatesini. Per Georg Simeoni, presidente di Alpenverein Südtirol, liniziativa rappresenta unottima opportunità per portare ai massimi livelli istituzionali quelle che sono le istanze e le necessità dei rilievi altoatesini.

Come nota però il presidente, cè una grande differenza tra quelle che sono le esigenze della montagna che noi abbiamo qua e quella che ci sono nel resto dItalia. Nel resto dItalia il territorio montano è spesso abbandonato, lì posso immaginare ci saranno richieste molto forti.

Che in Alto Adige venga prestata grande attenzione alla montagna è dimostrato anche dal fatto che il turismo alpino rappresenta uno dei maggiori indotti economici della Provincia. La montagna è quindi un vero punto di forza dal quale dipendono buona parte dei settori delleconomia altoatesina. E proprio questo fattore per il presidente di Alpenverein se non adeguatamente regolato può diventare un problema: Qui abbiamo altre problematiche rispetto al resto dItalia prosegue il presidente di Alpenverein . Abbiamo innanzitutto una presenza di turismo probabilmente troppo grande che bisognerebbe cercare di regolare e diminuire. Penso specialmente al turismo in bicicletta. La questione più importante è poi la tutela dellambiente, una cosa fondamentale dalla quale dipende ogni altra mossa. Ci sono poi casi in cui cè chi vede la montagna solo come un modo per fare soldi e in questi casi può capitare che il rispetto per la natura sia ridotto. In Alto Adige questo aspetto è marcato, conclude.




news

15-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news