LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. La Nazionale e il compito della memoria
Antonia Ida Fontana*
Corriere Fiorentino 31/7/2018

*Antonia Ida Fontana ex direttrice della Biblioteca Nazionale


Caro direttore,

i compiti delle Biblioteche Nazionali, pur nelle diversità storiche, culturali ed economiche dei vari Paesi, sono chiaramente individuati dalle linee guida dellUnesco. Il fondamentale servizio agli utenti in sede è in realtà la funzione minore, se la confrontiamo con il compito essenziale di archivio della memoria del nostro Paese e luogo dove reperire le fonti della nostra identità.

La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, insieme alla gemella romana, ha quindi il dovere di raccogliere, conservare e far conoscere le testimonianze scritte della nostra cultura, nellottica di tramandare anche alle future generazioni la memoria della nostra civiltà. Garantire ai lettori di oggi e di domani laccesso a quanto perviene ogni anno per deposito legale da parte degli editori significa verificare, registrare, catalogare e collocare nei magazzini circa 70.000 volumi e centinaia di migliaia di numeri di riviste e di quotidiani, un materiale che richiede annualmente circa due chilometri di scaffali. La conoscenza della nostra produzione editoriale deve essere assicurata anche internazionalmente mediante la produzione della Bibliografia Nazionale, che prosegue in formato elettronico il Bollettino avviato nel 1886. La Biblioteca Nazionale, che rappresenta la cultura italiana nella tradizione e nella contemporaneità, deve farsi carico di tutta la produzione editoriale, ivi compresa quella prodotta in digitale, che pone nuovi problemi tecnologici, legali e tecnici per la raccolta, la catalogazione, la fruizione e soprattutto la conservazione nel tempo delle risorse elettroniche. Sin dalla fine dello scorso secolo la Biblioteca, consapevole della sempre maggior importanza dellinformatica, ha avviato studi e sperimentazioni in collaborazioni internazionali ed europee.

La ricerca in campo biblioteconomico a sostegno dellintero sistema bibliotecario italiano, la produzione di strumenti per lorganizzazione del sapere, quali il Nuovo Soggettario, servizi innovativi ad unutenza che si attende di trovare in Internet le opere digitalizzate, la conservazione e ove occorra il restauro dellimmenso patrimonio antico e moderno (talora è questultimo il più fragile), la cooperazione internazionale richiedono un personale altamente specializzato e anche la disponibilità dei vecchi bibliotecari ormai in pensione a trasmettere quanto non si impara sui libri ma per affiancamento. Auspico che il ministro per i Beni culturali, conoscendo la vastità dei compiti della Nazionale, operi rapidamente per reintegrare lorganico, portandolo a circa 500 unità (che sarebbe comunque quasi un quinto del personale delle consorelle biblioteche nazionali di Francia, Inghilterra o Germania).




news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news