LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Manduria. La tomba Messapica deve essere asfaltata
La voce di Manduria 31/7/2018

A niente è valsa neanche la volontà espressa da numerosi manduriani, associazioni e uomini e donne di cultura, che chiedevano a gran voce il suo recupero e lesposizione nel museo cittadino della cultura Messapica

Per recuperare ed esporre al pubblico la straordinaria tomba Messapica con le pareti intonacate e dipinte, ritrovata qualche giorno fa a Manduria durante gli scavi per il metano, non sono bastati gli oltre mille like e 655 condivisioni ottenuti poche ore dopo la pubblicazione delle foto sul profilo ufficiale della Soprintendenza archeologica. Lo straordinario reperto, definito tale dagli stessi addetti ai lavori, sarà ricoperto e asfaltato. A niente è valsa neanche la volontà espressa da numerosi manduriani, associazioni e uomini e donne di cultura, che chiedevano a gran voce il suo recupero e lesposizione nel museo cittadino della cultura Messapica. Inutile anche lesito di un sondaggio lanciato sul social dove l89% dei votanti, su 632 che vi hanno partecipato, supplicava gli enti preposti a salvare dalloblio lultima dimora di una ricca famiglia Messapica così come è toccato ad altri ritrovamenti che il generoso sottosuolo manduriano ha inutilmente regalato nel tempo. Lamara verità è unaltra: per mancanza di fondi, la sorte del sepolcreto decorato ai bordi con un motivo a meandro continuo realizzato nei colori rosso e blu, di finissima fattura, lo descrive la Sopraintendenza, è destinato a tornare dove è rimasto per 700 anni, da quando cioè è stato profanato e svuotato di chissà quali tesori contenuti e dopo la prima sepoltura risalente al III - IV secolo avanti Cristo.

I lavori di canalizzazione del metano di cui si occupa la Italgas, devono andare avanti e lunica possibilità per fermarli viene oscurata dalla mancanza di risorse della Soprintendenza e dal disinteresse delle istituzioni locali, gli unici rimasti indifferenti alla bellezza del ritrovamento e alla richiesta di studiosi e cittadini.

Lunico riguardo concesso allantenato Messapico, o antenata (i predatori hanno fatto sparire anche i suoi resti), è la copertura degli affreschi con un materiale protettivo e lastre di polistirolo che separeranno la superficie intonacata dalla terra con cui la tomba sarà ricoperta. Tutto questo nella prospettiva di un suo auspicabile recupero. Eppure il giorno del suo ritrovamento gli entusiasmi degli archeologi della sede centrale della Soprintendenza di Taranto aveva fatto spingere chi gestisce la pagina istituzionale Facebook a prendere impegni che saranno disattesi. Sarà un vero piacere poter smentire il suo catastrofismo, scriveva il gestore dellaccount a chi prevedeva la sorte dellinterramento.Dispensando rassicurazioni ad un altro profetico catastrofista garantendo il massimo impegno nella salvaguardia di questo importantissimo rinvenimento.

Parole al vento a meno di un miracolo che al momento non è nemmeno ipotizzabile salvo il farsi avanti di un finanziatore, o di un gruppo di sponsor, disposti a farsi carico dellestrazione della tomba, il suo restauro e successiva esposizione nel museo. Altrimenti resterà uno dei tanti siti e testimonianze archeologiche nascoste o abbandonate di cui la città Messapica è piena.

http://www.lavocedimanduria.it/news/attualita/741454/la-tomba-messapica-deve-essere-asfaltata


news

17-08-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 17 agosto 2018

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

Archivio news