LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Quellanziano turista era il soldato tedesco che minò la Rocca
Nilo Di Modica
Il Tirreno Pontedera 26/7/2018

SAN MINIATO. Era colui che doveva difendere la Rocca e finì per doverla distruggere. Lo portai io a rivederla.

È una testimonianza inedita quella che Giampiero Fossi, insegnante di storia e filosofia oltre che assessore alla scuola nel comune di Signa, ha recuperato dalla memoria in questi giorni importanti per San Miniato, dove è giunto il 24 luglio in occasione della partecipatissima inaugurazione del Museo della Memoria. Fu lui, anni fa, ad accompagnare sulla Rocca di San Miniato, ricostruita nel 1958, un anziano turista tedesco che gli rivelò, preso dalle emozioni, di essere uno di coloro a cui fu ordinato, nel luglio del44, di farla saltare.

Non era un caso che fossimo lì racconta Edgar, così si chiamava, era tornato in Italia per visitarla. Eravamo alla fine degli anni Novanta. Ex soldato della contraerea, era venuto a Signa, il mio comune, per cercare la mia famiglia. Negli ultimi mesi della guerra, dopo le vicende di San Miniato, la sua divisione si era stanziata a Signa per un certo tempo e lui era entrato in contatto con i miei parenti. Ormai anziano, tornato in quei luoghi, raccontandomi di quel periodo, mi aveva chiesto di riportarlo anche a San Miniato. Allepoca non sapevo cosa lo legasse in particolare alla città della Rocca, ma una volta che ci trovammo proprio sotto quella costruzione, rimessa in piedi negli anni Cinquanta, emozionato nel rivederla ricostruita mi raccontò tutta la vicenda. Era lui, insieme ad altri suoi commilitoni, che dopo aver passato molto tempo a difendere quella Rocca, aveva ricevuto lordine di distruggerla. Una cosa che lo segnò nel vivo e rimase sempre nei suoi ricordi. Mi ricordo che parlava, oltre al tedesco, anche il francese molto bene. Finita la guerra era stato tanto tempo in Francia e poi si era rifatto una vita lavorando nelle ferrovie.

Una storia di anni fa, almeno venti (nel frattempo il protagonista di questa storia è morto) che è riemersa soltanto nelle ultime settimane. Un brandello di memoria


venuto fuori quando Fossi ha saputo che a San Miniato raccoglievano testimonianze per la costruzione del Museo della Memoria, alla cui inaugurazione ieri pomeriggio hanno partecipato molti cittadini. Una storia, quella raccontata da Fossi, su su cui saranno fatte ricerche più approfondite.

http://iltirreno.gelocal.it/pontedera/cronaca/2018/07/26/news/quell-anziano-turista-era-il-soldato-tedesco-che-mino-la-rocca-1.17093123


news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news