LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Quellanziano turista era il soldato tedesco che minò la Rocca
Nilo Di Modica
Il Tirreno Pontedera 26/7/2018

SAN MINIATO. Era colui che doveva difendere la Rocca e finì per doverla distruggere. Lo portai io a rivederla.

È una testimonianza inedita quella che Giampiero Fossi, insegnante di storia e filosofia oltre che assessore alla scuola nel comune di Signa, ha recuperato dalla memoria in questi giorni importanti per San Miniato, dove è giunto il 24 luglio in occasione della partecipatissima inaugurazione del Museo della Memoria. Fu lui, anni fa, ad accompagnare sulla Rocca di San Miniato, ricostruita nel 1958, un anziano turista tedesco che gli rivelò, preso dalle emozioni, di essere uno di coloro a cui fu ordinato, nel luglio del44, di farla saltare.

Non era un caso che fossimo lì racconta Edgar, così si chiamava, era tornato in Italia per visitarla. Eravamo alla fine degli anni Novanta. Ex soldato della contraerea, era venuto a Signa, il mio comune, per cercare la mia famiglia. Negli ultimi mesi della guerra, dopo le vicende di San Miniato, la sua divisione si era stanziata a Signa per un certo tempo e lui era entrato in contatto con i miei parenti. Ormai anziano, tornato in quei luoghi, raccontandomi di quel periodo, mi aveva chiesto di riportarlo anche a San Miniato. Allepoca non sapevo cosa lo legasse in particolare alla città della Rocca, ma una volta che ci trovammo proprio sotto quella costruzione, rimessa in piedi negli anni Cinquanta, emozionato nel rivederla ricostruita mi raccontò tutta la vicenda. Era lui, insieme ad altri suoi commilitoni, che dopo aver passato molto tempo a difendere quella Rocca, aveva ricevuto lordine di distruggerla. Una cosa che lo segnò nel vivo e rimase sempre nei suoi ricordi. Mi ricordo che parlava, oltre al tedesco, anche il francese molto bene. Finita la guerra era stato tanto tempo in Francia e poi si era rifatto una vita lavorando nelle ferrovie.

Una storia di anni fa, almeno venti (nel frattempo il protagonista di questa storia è morto) che è riemersa soltanto nelle ultime settimane. Un brandello di memoria


venuto fuori quando Fossi ha saputo che a San Miniato raccoglievano testimonianze per la costruzione del Museo della Memoria, alla cui inaugurazione ieri pomeriggio hanno partecipato molti cittadini. Una storia, quella raccontata da Fossi, su su cui saranno fatte ricerche più approfondite.

http://iltirreno.gelocal.it/pontedera/cronaca/2018/07/26/news/quell-anziano-turista-era-il-soldato-tedesco-che-mino-la-rocca-1.17093123


news

15-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news