LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bonisoli: musei, stop alle domeniche gratis. Osanna: ora decidiamo noi e sarà un bene
Natascia Festa
Corriere del Mezzogiorno - Campania 1/8/2018


Festa ,Brandolini,

Alla Biblioteca Nazionale di Napoli, il ministro ai Beni culturali Alberto Bonisoli non è venuto a mani vuote. La sua visita, la prima da quel dicastero da dieci anni, era finalizzata alla consegna di tre lettere autografe di Leopardi, sottratte a unasta. Ma la poesia è stata spiazzata dalla cronaca quando il ministro ha annunciato lazzeramento delle domeniche gratis: Lascerò, però, ai direttori la possibilità di decidere. Pioggia di reazioni. Osanna: Sceglieremo noi, sarà un bene.

Mantua me genuit, Napoli mi conquista. Il lombardo Alberto Bonisoli, ministro dei beni culturali del governo legastellato, nella Sala Rari della Biblioteca Nazionale non è venuto a mani vuote. Ha portato con sé tre lettere di Giacomo Leopardi allamico Francesco Puccinotti, acquisite dallo Stato che ne ha bloccato la vendita a unasta. È stato uno dei miei primi atti ha detto e ho voluto che si aggiungessero allampio corpus di manoscritti custoditi in questa straordinaria istituzione. Di fronte alloriginale di A Silvia non nego di aver provato un brivido.

Si guarda intorno e reduce dalla visita in anteprima al Giardino pensile di Palazzo Reale che, ripristinato nelle essenze originali sarà visitabile da settembre, rilancia il suo monito: Voi meridionali dovete imparare a essere arroganti: avete una tale quantità di bellezza che lorgoglio non basta. È necessario che diventiate consapevoli del valore del vostro patrimonio. La Nazionale deve diventare il baricentro di un nuovo percorso turistico.

E dopo aver messo sul lettino dello psicanalista, come già a Giffoni, la scarsa autostima del Sud, dice: Prendiamo il caso delle domeniche gratis nei siti ministeriali. Tanti stranieri cui è capitato visitare Pompei senza pagare il biglietto parlano di noi come di un popolo strano. Ed è così. Se qualcuno ci offre una cosa bellissima a zero lire capita a tutti ipotizzare che da qualche parte ci sia una fregatura. Non richiedere un corrispettivo sminuisce il valore delle cose. Per questo da settembre saranno cancellate le domeniche gratis come obbligo dettato dal ministero. Lascerò ai direttori la libertà di decidere aperture free nei mesi in cui il pubblico va più incentivato. Cè una differenza tra una domenica di novembre e una dagosto.

E cè differenza anche tra una collezione valorizzata e una che subisce furti comè capitato a Terrae Motus alla Reggia di Caserta: Se dovesse continuare così commenta è chiaro che sarebbero necessari provvedimenti. Prendo personalmente a cuore il caso, e vi assicuro che ho un cuore grande. Non si tratta solo di un insieme di opere ma di un simbolo della rinascita del Sud. Terrae Motus deve essere iperprotetta. Non sarò io a curare lallestimento, ovvio. Non andrei mai a una mostra curata da me, ma farò in modo che chi di dovere trovi presto una soluzione: il contemporaneo nella Reggia mi piace.

A fare da guida a Bonisoli le cui parole chiave suonano come un mantra: valorizzazione cultura-economia-occupazione trasporti meno leggi più testimonianze cè Anna Imponente, direttore del Polo museale della Campania che gli ha offerto primizie: il restauro della Chiesa delle Donne a San Martino (anche questa visitabile da settembre dopo lavori per un milione e mezzo di euro) e il Chiostro grande che avrà unilluminazione grazie agli Amici di San Martino .

E, naturalmente, cè Francesco Mercurio, direttore della Nazionale il quale, oltre a mostrare i gioielli di famiglia che dopo lestate saranno digitalizzati (le carte leopardiane), non ha nascosto i panni sporchi: Di 400 dipendenti ne sono rimasti 160 per 25mila metri di biblioteca e tre corpi di fabbrica di cui uno, la Brancacciana, ancora chiuso.

Bonisoli raccoglie lappello insieme con quello che grida vendetta proveniente dalla Biblioteca dei Girolamini diretta da Vito De Nicola dove, dopo tutto quello che è successo il saccheggio DellUtri-De Caro, il sequestro e il processo in corso di bibliotecaria ce nè una sola, Serena Lucianelli, pure volontaria: Entro settembre bandirò un concorso per nuove assunzioni. Facciamo le cose per bene, non agiamo in emergenza, preferisco evitare soluzioni approssimative dice con gli occhi al cielo nella sala Vico. E quando gli spiegano chi è quelladdetta che illustra il Codice di Seneca e la Divina commedia estratte della cassaforte Maria Rosaria Berardi che con suo fratello denunciò i furti le va incontro, labbraccia, la bacia, la ringrazia. Me lo prestate questo Codice ? Voglio portarlo a Dubai per lExpo 2020: sarebbe una grande vetrina per i Girolamini conclude.

Con il ministro ci sono anche il direttore generale delle biblioteche, la napoletana Paola Passarelli regista dellacquisizione leopardiana, e il soprintendente Luciano Garella con il quale si è chiuso in colloquio privato nelle sale gerolaminiane.

Bonisoli era arrivato a Capodichino un collo di bottiglia che va potenziato. E ha assicurato che tornerà: Per dialogare con tutti, anche con il governatore De Luca. È allergico ai 5 Stelle? È un problema suo.




news

26-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 giugno 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news