LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il Mibac e il Sud. Lautostima da sola non basta
Vittoria Fiorelli
Corriere del Mezzogiorno - Campania 1/8/2018

Non so se sia rassicurante la dichiarazione del nuovo ministro per i Beni culturali e il Turismo, Bonisoli, al Giffoni Film Festival, riportata domenica sul Corriere del Mezzogiorno sugli intenti del nuovo governo nellambito delle decisive deleghe per il Sud di cui è titolare: Il primo intervento per il Meridione? Sembrerà una risposta strana, ma dobbiamo fare di tutto per aumentare lautostima. Le persone devono essere orgogliose di stare in questo territorio. Questa è liniziativa numero zero. Avrà voluto il ministro elogiare le capacità delle iniziative culturali del Sud capaci anche di attrattività turistica, come quella cui presenziava, che da decenni ha portato un paesino dellinterno Giffoni Vallepiana alla ribalta nazionale? Insomma parole di cortesia istituzionale nella prima venuta nel Mezzogiorno dellarte e della cultura di un governo a guida leghista. Oppure un modo soft di dire vi aiuteremo a fare da soli, a valorizzare la vostra tradizionale e decantata creatività? Cioè praticamente interventi di sostegno morale a costo zero? E che a questa azione zero, come egli la chiama, poco seguirà di azioni con qualche costo a carico del bilancio dello Stato. Ora è su questo dubbio che vorremmo intervenire. Segnalando al ministro lazione uno che ci servirebbe a noi al Sud, al di là dellautostima che di certo, nel bene e nel male, non ci manca.
E anche questa azione uno, per fortuna sua e del governo, e delle ambasce tra richieste di finanziare reddito di cittadinanza e flat tax del ministro Tria, è a costo zero. E questa azione dovrebbe essere unazione di implementazione istituzionale in un quadro di riconoscibili linee di indirizzo favorite da opportune normative delle tante e disperse iniziative spontanee che il Sud per sua fortuna continua a conoscere, nonostante la disattenzione centrale, e non poche volte delle stesse istituzioni locali.

E questo perché prendiamo spunto da una lettera al Corriere sempre domenica di Beatrice Carrillo noi viviamo fin troppo a Napoli soprattutto lo spontaneismo di uneconomia del turismo e di eventi pseudoculturali, che i beni culturali, a cominciare dai loci artistici e panoramici, più che come beni pubblici da tutelare e valorizzare, li usa come beni comuni, che del concetto importante sotteso conservano poco se non una messa in comune disordinata, dove le regole e i diritti delle persone e della collettività sono oramai travolti da una malintesa libera concessione agli interessi di ciascuno, che di autostima ne hanno fin troppa.

Saremo felici se i rappresentanti del governo saranno solo contenti di creare le condizioni per attivare delle iniziative che arrivano dal basso e poi le idee e le opportunità verranno fuori da sole, ma ci permetteremmo di consigliare misure di indirizzo e di sinergia con le amministrazioni locali, che allenergie dal basso diano tutto lo spazio necessario, non in conflitto però con la storia e il patrimonio culturale dei territori.

Quello di cui, cioè, sentiamo il bisogno è di una forte capacità di progettazione, di una attitudine alla programmazione di percorsi e linee di sviluppo allinterno di un quadro certo, di una visione chiara da sottoporre al dibattito pubblico, ma che sia ben radicata nella conoscenza dei contesti su cui si interviene. Non mancano le idee a un Sud che continua a impoverirsi di risorse e di energie intellettuali, a un territorio ricco di bellezze naturali, storiche e artistiche, ed è responsabilità della politica trasformarle certo in occasioni di crescita e di ricchezza, ma in un quadro di sostenibilità e di tutela molto lontano dal consumo disordinato affidato alla libera iniziativa. Come ben sanno i napoletani, le scorciatoie fatte di volontarismo inconsapevole e genio dellimprovvisazione non si traducono in crescita e sviluppo. Con buona pace dellautostima.

E forse, per realizzare tutto questo, dopo lazione zero e lazione uno a costo zero, cè anche bisogno di qualche azione due, tre, quattro che qualche risorsa centrale la richiede. Ma questo è un altro discorso, che con il ministro Bonisoli avremo certamente occasione di riprendere, quando alla porta del governo busseranno le tante necessità del patrimonio storico e artistico del Mezzogiorno.



news

14-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 14 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news