LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Smontato per il restauro lorgano suonato da Mozart
Giovanna Maria Fagnani
Corriere della Sera - Milano 3/8/2018

In San Marco smontato lorgano suonato da Mozart: tornerà a giugno

Le 2.332 canne inviate su un tir a Cremona per il restauro. Raccolti 50 mila euro

Cinque mesi di restauri in laboratorio e altri tre per rimontarlo in chiesa. Due, infine, solo per accordarlo. Ci vorranno dieci mesi per riportare allantico splendore lorgano della Basilica di San Marco in Brera, alle cui tastiere si sedettero Mozart e Verdi.

Ieri la chiesa ha perso la sua voce. Ma solo temporaneamente. Il monumentale strumento risale al 1506, è il più grande in Lombardia è stato completamente smontato e caricato su un tir, che questa mattina allalba partirà per Corte de Frati, in provincia di Cremona. La destinazione è il laboratorio di Daniele Giani, lorganaro che si occuperà del restauro. Nel frattempo, in San Marco sarà utilizzato un sostituto, un piccolo siciliano del 1710, dipinto e appena donato alla chiesa.

A lanciare un appello ai parrocchiani per salvare dal declino lorgano di Mozart che ormai suonava a un quinto delle sue possibilità era stato, a fine maggio, il vice parroco don Luigi Garbini. E i parrocchiani, ma non solo, hanno risposto con affetto, secondo le proprie possibilità. Molti non sapevano di avere nella loro chiesa una macchina così ardita e complessa, un gioiello tecnologico dellepoca racconta il sacerdote e musicista . Abbiamo raccolto 50 mila euro che, sommati a un contributo della Cei di altri 60 mila, è già pari alla metà del costo del restauro. E al nostro fianco cè anche Love Italy, piattaforma non profit internazionale. La raccolta fondi, quindi, continua, ma il restauro è avviato, grazie anche allintervento di Beatrice Bentivoglio-Ravasio, responsabile del segretariato regionale per il Ministero dei Beni culturali. Lei ci ha supportato, aiutandoci ad avviare i lavori nei tempi e a superare i cavilli burocratici.

Ieri mattina turisti e fedeli di passaggio si attardavano a osservare le canne già sistemate nelle casse. E, fra le parti smontate, spiccava il crivello, sottile piano con centinaia di buchi. È la carta didentità dellorgano spiega lorganista di San Marco, Riccardo di Sanseverino . Reca tutti i diametri delle diverse canne. Questo strumento ne ha 2.332, più due crivelli. È uno strumento che stiamo studiando già da due anni aggiunge lorganaro Daniele Giani . Ciò che lo rende unico è il fatto che gli artigiani che nei secoli sono intervenuti per potenziarlo e adattarlo ai gusti dellepoca, hanno mantenuto parte del materiale esistente. Abbiamo quindi canne cinquentesche e altre parti seicentesche. Noi lo riporteremo allintervento di Natale Balbiani nel 1800. Potrebbe cambiare la colorazione. Il tono attuale è frutto di una verniciatura degli Anni Settanta, in cui cera poca cura per il materiale autentico: Le guarnizioni in pelle di agnello e montone venivano sostituite con materiali sintetici, così come le vernici a gomma lacca con colori moderni, sottolinea Giani.

Come sarà, invece, la voce? Spettacolare: potremmo festeggiarne il ritorno con un Requiem di Mozart, spiega di Sanseverino. Oggi, invece, una delle due tastiere non suonava più. Con essa taceva unintera colonna di registri (le sfumature del suono) perché le camere daria, ovvero il polmone dellorgano, avevano le membrane ammalorate.




news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news