LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Siracusa. Il 'caso Maniace' a Siracusa: "Lavori difformi dal progetto"
https://livesicilia.it/2018/08/09/il-caso-maniace-a-siracusa-lavori-difformi-dal-progetto_987225/

"Si impone la rimessa in pristino. Vanno conformate le opere al progetto autorizzato". È arrivato lesito dellispezione della Regione riguardo alla querelle Maniace, a Siracusa.
Gli ispettori inviati poco meno di un mese fa dallassessore regionale ai Beni culturali, Sebastiano Tusa, hanno riscontrato "difformità rispetto al progetto originale": è lo stesso assessore a comunicarlo. Dovrà essere eliminata la piattaforma in cemento e abbassata di mezzo metro lopera denunciata come la più invasiva.

Il caso è quello della piazza darmi antistante il castello Maniace, nellisola di Ortigia: su di essa è in atto unopera di riqualificazione denunciata da diverse associazioni ambientaliste come "un abuso" nei confronti del patrimonio archeologico e paesaggistico. Tusa volle vederci chiaro. Il suo dirigente Sergio Alessandro nominò tre ispettori: Riccardo Guazzelli, soprintendente ai Beni culturali di Trapani, Daniela Mazzarella, dirigente del servizio Tutela e Stefano Biondo, direttore del centro regionale del Restauro. Il loro mandato: verificare eventuali discrepanze tra quanto autorizzato e quanto realizzato.

Questa mattina hanno presentato la relazione conclusiva a Tusa: "Abbiamo i dati da parte dei tre ispettori dice l'assessore a Livesicilia -. Ci sono un paio di difformità rispetto al progetto originale: la piattaforma di cemento non era prevista. E poi difformità nellaltezza: 50 centimetri in più di quanto previsto". Adesso il dipartimento emetterà ordinanza, attraverso la Soprintendenza locale, con cui obbligherà i privati a "conformare le opere al progetto autorizzato". Larea a ridosso del castello federiciano è di proprietà del demanio dello Stato. Con un bando pubblico è stata affidata per 12 anni a una società privata per poco più di 170mila euro (1230 al mese). Il progetto di riqualificazione prevede, tra le altre cose, la costruzione di un risto-bar, che è la struttura che secondo gli ispettori dovrà essere abbassata: settanta metri quadrati di opera, per quattro di altezza, secondo il progetto. I siracusani lhanno ribattezzato astronave quando ha cominciato a vedersi dallesterno del sito.

Tra le prescrizioni dettate allinizio dalla Soprintendenza, che erano finite nel decreto con cui il dipartimento autorizzava il bando, cera questa: "Che le eventuali strutture da installare siano temporanee e abbiano i requisiti di reversibilità e che siano di dimensioni tali da non invadere la visuale prospettica del Castello Maniace". Da qui la contestazione su piattaforma di cemento e altezza. Al centro delle polemiche scoppiate nella città aretusea erano finite le autorizzazioni della Soprintendenza e i successivi nulla osta dellufficio comunale preposto, presieduto a suo tempo dallattuale sindaco Francesco Italia. Sin qui il lavoro degli ispettori. Poi, secondo le parole dello stesso assessore Tusa, il soprintendente ad interim Calogero Rizzuto, che nel frattempo è succeduto a Rosalba Panvini, avrebbe anche riscontrato "uno sforamento nellambito del demanio marittimo. In questo caso sarebbe occorsa la richiesta di autorizzazione al demanio marittimo, cosa che non è stata fatta".

Infine, sempre secondo riportato da Tusa, nellarea in questione di 5mila metri quadrati ci sarebbero quelle che il catasto identifica come "zone bianche", ossia zone secretate militari: il demanio in questo caso avrebbe dovuto richiedere autorizzazioni al demanio militare. Ma è tema che riguarderebbe il comune e non la Soprintendenza che si occupa di tutela. Ora, intanto, si impone il ripristino di quanto già realizzato. Sono contento del risultato commenta Tusa - perché nella mia posizione avevo lobbligo di ascoltare tutti ma attenermi a atti e documenti. Lamministrazione ha reagito in maniera ponderata e senza farsi tirare la giacchetta da alcuno, visto che a Siracusa cera un rischio di speculazioni politiche sulla vicenda. Come ci sono, va detto, anche associazioni in buona fede. Abbiamo scelto una linea che ci ha permesso di agire in maniera equilibrata e prendere provvedimenti nel rispetto delle regole".



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news