LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ponte Morandi, unopera che dura 50 anni è il risultato di una società che non sa pensare al futuro
BLOG di Marco Aime
Il Fatto Quotidiano, 16 agosto 2018


Come molti piemontesi sono in parte ligure (mia madre è cresciuta a Savona) e in più da diciotto anni insegno a Genova, città a cui mi sono affezionato per vari motivi. Per questo il disastro del ponte Morandi mi ha toccato particolarmente. Non voglio entrare in alcuna delle fin troppe polemiche alcune sacrosante, alcune strumentali, altre ancora semplicemente vergognose di questi giorni in cui bisognerebbe solo tacere per rispetto delle vittime e riflettere sulle cause. Ciò che mi ha più colpito nella lettura di molti articoli in questi giorni è lavere appreso che questa e altre strutture costruite negli anni Sessanta sono ormai giunte alla fine dellesistenza per cui erano state previste. Cinquantanni. Un caso isolato può essere causato da un errore di progettazione, e comunque ci sarebbe stato tempo sufficiente per accorgersene, ma se non si tratta di un episodio sporadico, significa che abbiamo costruito ponti, strade, palazzi che dovevano durare cinquantanni? Se è così, e molto probabilmente lo è, visto che a dirlo sono stati esperti del settore, il ponte Morandi diventa una perfetta metafora della modernità. Unepoca dal respiro corto, che non riesce a pensare al futuro, appiattita sullimmediato, che spesso assicura forti guadagni.

Lo vediamo anche nellapproccio alla politica: nessuno oggi fa programmi a lunga scadenza, si ragiona nel breve arco che porta alle prossime elezioni, non di più. Nessuno pensa a fare ciò che si reputa giusto, ma solo ciò che si reputa conveniente. Il futuro è quasi scomparso e nemmeno il passato sta molto bene.

Anche a causa della colonizzazione mediatica, che sempre di più segna le nostre vite, passato e futuro sono diventati piccole ancelle del presente: il primo è triturato da una valanga di informazioni di consumo veloce, dal fiato corto, ed è reso sempre più apparentemente inutile dalla rapida rivoluzione in corso; il secondo è vago, immerso in quella liquidità di cui parla Bauman, sempre meno incline ad accogliere mete da raggiungere.

Il presente, invece, ha assunto la forma di una cupola che ci sovrasta, nella quale sembra che investiamo la maggior parte delle nostre aspirazioni e delle nostre emozioni. Tutto avviene in fretta e si consuma, anche i legami appaiono spesso fragili ed effimeri. Laggregazione tende a essere di breve respiro e senza prospettive, il presente ci assorbe sempre di più.

Il mercato impone regole sempre più strette, tempi sempre più rapidi, che ben si prestano allo sfruttamento. Quel ponte venne costruito nel corso del cosiddetto boom economico, quando la situazione non era ancora esasperata come adesso, ma una certa visione a corto raggio era già in voga a quel tempo, in cui non a caso nasceva la società dei consumi. Visione economicistica che con il passare del tempo si è espansa, portando a una progressiva privatizzazione delle infrastrutture, diventate fonte di guadagno sempre maggiori, che non si sono tradotti in maggiore investimenti, ma in guadagni netti, visto che la spesa per la manutenzione è diminuita.

Non riusciamo o non vogliamo più pensare al futuro, tutto deve essere consumato subito, immediatamente. Lobsolescenza programmata non solo è una realtà delloggi, ma scopriamo che forse lo era già cinquantanni fa. Il che però non consola.








news

23-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 agosto 2019

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news