LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino. Ferragosto, bene solo Egizio e Museo del Cinema
Ilaria Dotta
Corriere della Sera - Torino 17/8/2018

Il ponte ha portato in via Accademia delle Scienze oltre 16 mila visitatori e alla Mole più di 10 mila persone

Calano invece gli ingressi alla Reggia di Venaria, mentre continua il crollo dei biglietti alla Gam e al Mao

Per i musei è stato un Ferragosto da dimenticare. La città si è tutt’altro che svuotata e ai torinesi rimasti a casa si è aggiunto qualche turista (l’occupazione delle camere sfiora il 35%). Eppure, a conti fatti, sono solo due i musei che tirano un sospiro di sollievo. Il primo è il Museo Egizio: in via Accademia delle Scienze i visitatori del lungo ponte iniziato venerdì sono stati ben 16.099. Addirittura il 6% in più dello scorso anno, quando già si era registrata la medesima crescita rispetto al 2016. Una lieve flessione si è avuta però nel giorno di Ferragosto: mercoledì sono arrivate 2.940 persone, mentre l’anno passato erano state 3.673.

L’altro ente che festeggia è il Museo del Cinema: da sabato a mercoledì sono entrate 10.215 persone, l’anno scorso erano state 9.987. E tiene pure il Museo dell’Auto, che resta stabile con 4.200 presenze.

In netta diminuzione invece i biglietti staccati alla Reggia di Venaria: mercoledì gli ingressi sono stati 5.971, oltre 2.500 in meno rispetto al 2017. In totale, da sabato la residenza sabauda ha fatto registrare 20.974 accessi. Circa la metà dell’anno precedente. Le persone che hanno approfittato delle aperture straordinarie e serali per scoprire le collezioni e i giardini dei Musei Reali sono state invece 8.468, di cui 2.198 nel giorno di festa. Ma si tratta, anche in questo caso, di cifre che non eguagliano i risultati dell’anno passato, quando solo l’Autoritratto di Leonardo, che ora non è esposto poiché in restauro, aveva attratto 2mila persone. In soli quattro giorni (il Ferragosto lo scorso anno cadeva di martedì), i visitatori erano stati in tutto 6.545.

Ancora meno soddisfacenti i risultati della Fondazione Torino Musei, nonostante il ritorno dell’ingresso speciale al costo di un euro. A Palazzo Madama nel giorno di festa sono entrate 2.757 persone, lo scorso anno erano state 3.239. Va sempre peggio anche alla Gam, dove nel 2017 i visitatori del ferragosto erano stati 1.229 e quest’anno sono scesi a 922, e al Mao, dove da 2.030 si è calati a 1.495. Tutta colpa, dicono da Torino Musei, delle mostre che si avvicinano ormai alla chiusura e che molti torinesi hanno dunque già visto.

Per fare un confronto sull’intero periodo del ponte, occorre poi tenere in considerazione che quest’anno non rientra più nei conti il Borgo medievale, che ad aprile è tornato al Comune e che aveva accolto 2.756 persone. Il totale, comunque, parla chiaro: in 4 giorni nel 2017 erano stati venduti 14.316 biglietti, questa volta in 6 giorni ne sono stati staccati solo 9.804.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news