LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bergamo. Mura, torna alla luce la lapide del Doge
Matteo Castellucci
Corriere della Sera - Bergamo 17/8/2018

I volontari di Orobicambiente hanno liberato dalle piante uniscrizione del 1567

A volte la natura e la Storia intrecciano il loro corso. È successo sullo sperone in cima al baluardo San Giovanni delle Mura, dove ledera aveva nascosto una lapide risalente al 1567, quando sotto la dominazione veneta venne completato quel tratto delle fortificazioni. La (ri)scoperta è avvenuta grazie ai trenta volontari della onlus Orobicambiente che hanno rimosso gli arbusti dalla parete.

Le paginate degli annali non sono lunico materiale dove cercare di imprigionare la Storia: cè anche la pietra. Quella delle Mura. Il baluardo San Giovanni ha restituito uniscrizione del 1567. Quando si posava lultima pietra, questa era la prassi, una lapide sigillava quel tratto della cinta muraria con la sintesi istituzionale della Serenissima. Come in un libro mastro. I volontari di Orobicambiente hanno ripulito la parete e, sotto edere e paulonie, sabato scorso è riaffiorata unaltra epoca. Si leggono nel latino spigoloso i nomi del doge (Geronimo Priuli) e del capitano che sovrintese i lavori, Giovan Battista Foscarini.

Non è una scoperta, ma una riscoperta. Il reperto era noto agli studiosi, ma da tempo da quasi un ventennio, secondo il Comune era impossibile scorgerlo perché era completamente nascosto dagli arbusti. Liscrizione è rivolta verso San Vigilio e si trova sullo sperone del baluardo: per vederla occorre scendere lungo via Tre Armi dopo essersi lasciati alle spalle Colle Aperto e porta SantAlessandro. È stato bello, insomma racconta così quel momento il presidente di Orobicambiente, Giacomo Maria Nicolini . Le vestigia del nostro passato danno unemozione particolare. Lassociazione ha raggiunto il traguardo di 60 mila ore di attività dal 2007 a oggi e ha incassato il rinnovo fino al 2021 della convenzione con lamministrazione. Per 25 mila ore trenta volontari sono stati schierati a bonificare dalle piante parassitarie le Mura, da prima che diventassero patrimonio dellumanità. Per la precisione, dopo i corsi di formazione, le truppe con caschetto e maglia arancione contano 18 rocciatori e 12 addetti alle funi. È aperto il reclutamento per le squadre a terra: Dai 35 ai 60 anni, possibilmente pensionati, lidentikit.

In autunno la prossima missione: durante la chiusura della funicolare di San Vigilio, i volontari caleranno su quel fronte verso porta SantAlessandro, con lobiettivo di riportare alla luce una targa analoga (in totale sono 3). Nelle operazioni è spuntata unaltra traccia dei secoli di dominazione veneziana: laltorilievo di un leone di San Marco. Sono anche disseminati reperti romani, incastonati come pietre, ricorda il presidente dellassociazione Amici delle Mura, Franco Meani. Limperativo, adesso, è segnalare il patrimonio rivelato. Dopo il riconoscimento Unesco, è iniziato liter per una nuova cartellonistica. Le associazioni, però, sognano un sentiero per poter camminare alla base delle fortificazioni. Per fine anno, questa è una certezza, sarà finita la pulizia dellintera cinta. Entro settembre dice lassessore allAmbiente, Leyla Ciagà , saranno completati i voli con i droni che ci consentiranno di elaborare un modello 3D delle Mura per monitorarne lo stato di conservazione.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news