LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bari. Se anche larchitettura pubblica diventa un fake
Fabio Grasso
https://emergenzacultura.org/2018/08/19/fabio-grasso-bari-se-anche-larchitettura-pubblica-diventa-un

Nella maggior parte dei casi siamo abituati a occuparci di opere darte che indipendentemente dalle loro dimensioni sono tutte accumunate da un aspetto singolare: la loro pienezza, solidità.

Esse sono, cioè, quelle che possiamo definire anche pieni artistici, architettonici, oggetti cioè tangibili, come potrebbe essere una scultura o meglio ancora un palazzo se il riferimento è la dimensione cittadina. Ebbene proprio di quei pieni urbani e umani particolari che chiamiamo città, i vuoti rappresentano, attraverso un legame inscindibile, la quintessenza, e ciò non tanto perché si pongono in unantitesi ontologica rispetto ai pieni ma perché educano a una diversità che è propria quella di ciò che è essenzialmente visibile. Lo spazio urbano è, però, una particolare forma di assenza ed è tale in ogni caso da non giustificarne unaltra, quella cioè delle pubbliche amministrazioni chiamate ad averne cura.

Sono di questi giorni le immagini (la situazione è, però, la medesima durante tutto lanno) sconcertanti fatte di spazzatura, e soprattutto infilate di cassonetti e tonnellate di asfalto nel cuore antico di Bari, largo San Sabino, alle spalle cioè della cattedrale. Uno spazio pubblico, nel centro più storico e rappresentativo del capoluogo pugliese, caratterizzato da una significativa forma approssimativamente trapezoidale che solo lincuria, anzi la scarsa lungimiranza culturale della politica locale, ha trasformato in un manto di nero asfalto destinato a parcheggio e, soprattutto, allipostasi del pensiero. E non basta, perché il danno, e con esso la beffa, si acuisce considerando che il valore di quello spazio scaturisce anche dal fatto che su di esso si affacciano edifici storici, pure restaurati recentemente, destinati al Museo Diocesano, al Segretariato Regionale del MiBAC (sotto le cui finestre quei cassonetti sono un vero capolavoro di Trash-art) oltre a quanto già ricordato. Non un albero, non il verde di un prato, solo nero asfalto, auto e cassonetti; pura allegoria di uno stato mentale inquietante.

A vederlo così quel luogo viene in mente il programma politico di Cettola Qualunque (alias Antonio Albanese) fatto di montagne di cemento e asfalto e qui attuato, materializzato pienamente in quel lembo del centro storico di Bari da un altro Antonio, il sindaco Decaro. Se cè unemergenza dilagante (dalla Firenze del sindaco Nardella, alla Bari di Decaro, alla Roma della Raggi e così via) tuttaltro che esplorata (e prossimamente indagheremo questo aspetto del contemporaneo) nella sua dimensione nefanda, è forse proprio quella dei vuoti urbani pubblici sempre più infelice esempio della peggiore fake-architettura. Questultima, tale la definiamo perché fatta di promesse non mantenute, di occhi chiusi e della la più bieca ignoranza artistica dei politici che, quando va bene, rispondono a critiche e osservazioni arroccandosi dietro una frase naturalmente fatta (perché mancano anche di inventiva linguistica) come: Rispetto la tua opinione ma a me piace così che, anzi, più coerentemente con il pensiero cettoliano, dovrebbe essere: A me mi piace.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news