LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Forte Marghera urbanizzato a settembre la prima gara
di Mitia Chiarin
17 agosto 2018 LA NUOVA VENEZIA


Autorizzazione paesaggistica per recuperare le due casermette francesi Insula prepara il bando per sottoservizi, illuminazione pubblica e nuovi vialetti



A luglio è arrivata l autorizzazione paesaggistica dalla Soprintendenza per il primo stralcio di messa in sicurezza delle casermette francesi di Forte Marghera, due degli edifici di maggior pregio del campo trincerato a forma di stella.

Le due casermette napoleoniche, costruite tra il 1809 e 1811, si affacciano sulla baia del forte e Insula, assieme al Comune di Venezia (settore Lavori pubblici) sta predisponendo il progetto preliminare e definitivo generale di recupero che entro lanno sarà portato allapprovazione della giunta comunale. Nel frattempo a settembre Insula predisporrà la gara dappalto per i lavori di urbanizzazione, valore 5 milioni di euro. Acqua, luce, gas, allacciamenti fognari, sistemazione del verde e dei vialetti pedonali oltre alla posa di nuovi lampioni ad illuminare la passeggiata dentro il forte.

Il via ai cantieri è messo in conto da novembre, approfittando della stagione invernale quando le attività e gli spettacoli dentro al forte Marghera si riducono drasticamente. Nellambito del progetto di recupero delle casermette francesi è prevista, invece, anche la demolizione di un piccolo annesso alle due strutture. Gli edifici storici si trovano in un avanzato stato di degrado, con la copertura in coppi ricoperta da vegetazione infestante. Una copertura, probabilmente aggiunta in un secondo momento a coprire la originaria copertura a terrazza che si vorrebbe recuperare dopo una idonea impermeabilizzazione. Le strutture interne dei solai lignei non esistono più visto che in vari punti sono crollate e anche qui sono completamente assenti gli impianti di smaltimento delle acque ed i serramenti, con una pavimentazione in terra battuta.

Comune e Fondazione Forte Marghera hanno cercato invano finanziamenti liberali, attraverso listituto dellArt bonus. Il restauro completo, costo 8 milioni e 345 mila euro rimane senza un euro di contributi. Il cantiere da 5 milioni di euro è il primo, concreto, intervento di riconversione del Forte a Polo di produzione e promozione culturale. Si parte dalla urbanizzazione dellarea con i sottoservizi e gli allacciamenti, finora mancanti. Ovvero: una rete fognaria locale di raccolta e convogliamento delle acque reflue prodotte dalle attività insediate nel compendio; una rete fognaria locale di raccolta, convogliamento e scarico delle acque meteoriche; una rete locale di adduzione e distribuzione idrica dacqua potabile; un sistema di pozzetti e cavidotti interrati a disposizione della futura rete locale di distribuzione dellenergia elettrica; pozzetti e cavidotti interrati per la rete di distribuzione e trasmissione dati (vedi wifi pubblica); un impianto dilluminazione degli spazi esterni comprensivo delle linee interrate di distribuzione e la manutenzione straordinaria dei percorsi interni, i viali dove migliaia di persone ogni anno passeggiano e trascorrono parte del tempo libero. Linvestimento trova copertura nei 7 milioni del Ministero dei Beni culturali assicurati dal Patto
per la città, firmato da Comune e governo Renzi. Soldi certi per Ca Farsetti. Non si può dire lo stesso, purtroppo, per il milione e mezzo destinato agli altri forti del campo trincerato di Mestre, tagliati dal governo Lega-M5S con lo slittamento del Bando Periferie.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news